L’editoria italiana per l’infanzia dalla A alla Z

Qualche anno fa pubblicai in molte puntate un piccolo dizionario (lo chiamai breviario quella volta) delle principali case editrici italiane che lavorano nel settore infanzia-adolescenza. Oggi ho pensato di tornare sui miei passi proponendovi il piccolo dizionario tutto insieme, dalla A di Adelphi alla Z di Zoolibri.

Perchè questa importanza alle case editrici?

Beh, è un po’ una mia fissazione per formazione, scusate il gioco di parole, ma soprattutto credo che riconoscere le case editrici e la poetica di ognuna possa aiutare a scegliere i libri.

Negli incontri che mi capita di fare con le insegnati o con gli appassionati quando mi viene chiesto come si riconosce un libro di qualità provo a parlare di tante cose come le caratteristiche della narrazione innanzitutto, della illustrazione, della grafica e dell’amalgama dei tre fattori insieme, e chi più ne ha più ne metta, tutto verissimo ma per condensare e semplificare arrivo sempre a dire:

“guardate innanzitutto la casa editrice, se è un marchio di cui ci si può fidare allora potete mettere la mano sul fuoco sul prodotto che propone, da ogni punto di vista; se è una nome che non corrisponde sempre alle aspettative prendetevi la briga di controllare, se vedete alcuni altri marchi lasciate proprio stare e non ponetevi nemmeno il problema di andare a controllare”.

Naturalmente mi permetto il lusso, e mi prendo la responsabilità sempre di fare nomi e cognomi delle case editrici in questione, posto che nelle quasi 1000 che pubblicano libri per l’infanzia in Italia si riesce a prendere in considerazioni solo alcune decine, quelle che più assiduamente lavorano in questo settore e a cui corrisponde un preciso progetto editoriale legato all’infanzia. Mancano alcune case editrici non per spazio ma per scelta, perché francamente potremmo anche fare a meno. Due nomi dei quali non sentirei la mancanza? Va bene, li faccio 2 per tutte le pubblicazioni dozzinali: Edibimbi e Dami, contenti? Io sì, mi sono tolta 2 pesi!

Delle altre che mancano e non per scelta, mi scuso, se ritenete facciano libri validi vi sarò grata se me le segnalerete e verranno prontamente inserite!

Adelphi: Si occupa sostanzialmente di letteratura e saggistica per adulti ma non troppo di rado pubblica albi illustrati e libri di narrativa di buona qualità lasciando parecchio spazio a belle edizioni raffinate, forse ammiccanti più a chi ama belle edizioni che a ragazzi. La caratteristica di sempre di queste edizioni dalla storia lunga e particolare è l’eclettismo!

Ape junior: Questa casa editrce, oggi parte del gruppo Salani propone varie tipologie di libro ma si caratterizza principalmente per libri, albi illustrati e libri gioco per la prima infanzia, i libri sono di buona qualità materiale, i titoli vanno valutati volta per volta, non mancano collane più commerciali ma la cura tendenzialmente non manca. Il maggiore successo per Ape junior è dato dai titoli di Kirikù.

Artebambini:  Bè, basta vedere il logo con questi bambini che portano a spasso monumenti delle nostre città per capire di cosa si occupa questa casa editrice: “l’attività editoriale, nata come sbocco naturale e di ricerca dell’attività di formazione ed educazione, si ispira ai metodi della pedagogia attiva e mantiene costanti collegamenti con  realtà educative e culturali italiane e straniere. Specialità della casa albi illustrati per avvicinare i bambini all’arte in maniera ludica e confidenziale.

Babalibri:  Va bè, la mia passione spassionata per questa casa editrice credo sia più che nota e sfacciata. Sugli albi illustrati  (unica tipologia di produzione al momento ad eccezione di alcuni cataloghi fuori collana) di Babalibri si mettono 2 mani sul fuoco per bellezza, qualità e efficacia. Si rivolgono principalmente alla prima infanzia e alla fascia prescolare e hanno avuto il grande merito di aver proposto in Italia titoli francesi (la casa editrice infatti pubblica in co-edizione con una casa francese) e non solo di grandissimo valore e successo; nonché di aver riproposto grandi classici editi per esempio in origine dalla prima Emme di Rosellina Archinto, d’altra parte anima e corpo di Babalibri è la figlia Francesca Archinto. Nel catalogo Babalibri compaiono tra gli altri i classici imperdibili e intramontabili di Iela Mari e Leo Lionni.

Bacchilega:  con la sezione Bacchilega junior questa piccola casa editrice negli ultimi anni sta pubblicando titoli davvero molto interessanti dedicati a diverse fasce d’età. Nel suo catalogo compaiono albi illustrati, cartonati per la prima infanzia e raccolte di racconti; tra gli autori la Possentini, Silvia Vecchini, Sualzo, Gabriele Clima e Eva Rasano del geniale Lupo in versi per i più piccini. 

Baopublishing: E’ una delle più importanti case editrici di fumetti d’Italia, se cercate un graphic novel siete nel posto giusto. Belle edizioni per ragazzi e ragazze adolescenti e adulti di ogni età appassionati di fumetto.

Beisler: Questa è una gran bella piccola casa editrice che produce albi illustrati e libri di narrativa per bambini e ragazzi si buona qualità e con una definito progetto editoriale (incredibilmente nel sito troverete anche la descrizione delle varie collane editoriali…!), la mia collana preferita è quella di narrativa “Serpente a sonagli” con “Libri che sorprendono, attirano e a volte mordono. Per ragazzi appassionati, pronti a comprendere e partecipare alla realtà in cui vivono ogni giorno”, ma sono tutte molto interessanti!

BeccogialloEdizioni BeccoGiallo StoreSi caratterizza fondamentalmente per l’uso del fumetto associato a tematiche civiche, storiche e politiche. Insomma propongono belle pubblicazioni a forte impatto sulle coscienze di grandi e piccini. Hanno una collana per più piccoli intitolata “Critical kids” in cui compaiono tra gli altri Diverso come uguale e La mafia spiegata ai bambini. L’invasione degli scarafaggi. Perfetta per bambini bambine, ragazzi e ragazze dall’età scolare in sù per…creare, sostenere e diffondere la loro coscienza critica. Collaborano e sostengono tramite i loro racconti Emergency e Amnesty international.

Bianco e nerologo Casa editrice indipendente che ha per caratteristica la dedizione all’alta leggibilità ovvero alla pubblicazione di libri accessibili a tutti grazie allo speciale carattere di più semplice lettura anche per bambini dislessici. A questa “missione” le dizioni Bianco e nero legano la scelta dei titoli di narrativa di grande interesse per i ragazzi, oltre alla riedizione di classici in formato alta leggibilità o in audiolibri. Tra le migliori uscite il premiatissimo La strana collezione di Mr. Karp

Bibliolibrò: piccola casa editrice che gira, letteralmente, su 3 ruote. Nata dalla mente, e, nella maggior parte dei titoli, anche dalla penna di Valentina Rizzi si basa , mi pare di capire dal catalogo sin qui pubblicato, su due idee: la promozione della lettura quasi a domicilio attraverso l’ape con cui Valentina e la sua casa editrice vanno in giro nei pressi di Roma, e la necessità di lavorare a titoli che mettano insieme la cura per le immagine e le parole; i titoli sono in effetti per lo più albi illustrati. Per trovarli, se non abitate nei pressi di Roma sul sito della casa editrice troverete le librerie indipendenti che ospitano i titoli di questa casa editrice.

Bohem: Casa editrice nata dalla omonima madre si Zurigo di cui continua a pubblicare in Italia l’intero catalogo, Bohem si associa immediatamente al nome di Zavrel, uno dei due fondatori oltre 30 anni fa della Bhoem Press svizzera. Derivata dai gusti del “padre fondatore” questa casa editrice si caratterizza per albi illustrati in cui trovano spazio grandi illustratori, la cura per il linguaggio iconografico è indubbiamente la cifra stilistica associata alla ricerca di narrazioni che ricordino le fiabe classiche. Il catalogo è da valutare secondo i gusti ma sostanzialmente Bohem propone sempre scelte di buona qualità e ottime edizioni.

Camelozampa: piccola casa editrice indipendente padovana nata dalla fusione di due precedenti, ha un bellissimo catalogo specie di albi illustrati ma si occupa anche di narrativa per ragazzi e fantasy, tra le ottime doti di questo marchio la riscoperta di “perle” editoriali “sfuggite” ai grandi gruppi editoriali, penso ad esempio a Tony Ross o Quentin Blake di cui presenta alcuni titoli bellissimi.

Carthusia: Come dicono loro si sono “specializzati in qualcosa che non c’era” dagli argomenti non facili da trattare in forma divulgativa a storie di culture lontane e diverse in belle edizioni bilingue, si prestano anche ad edizioni per progetti speciali in collaborazione con società, enti o altro. La caratteristica grafica è il formato a fisarmonica che spesso contraddistingue le pubblicazioni Carthusia. La fascia d’età va dalla prima infanzia all’età scolare e presentano albi illustrati, narrativa e divulgazione

Castoro: Casa editrice specializzata in cinema e letteratura per l’infanzia, in quest’ambito pubblica bei albi illustrati e testi narrativi per bambini dalla prima infanzia in su o divulgativi come il dizionario del cinema per ragazzi. Nelle collane di narrativa trovano spazio grandi autori come Bernard Friot e proposte più commerciali come Il diario i Nikki, sempre degni di nota sono invece gli albi illustrati scritti e illustrati da grandi nomi.

Clavis(gruppo Il Castello) Se cercate libri per la prima infanzia che affrontino esplicitamente ed in maniera dolce con una buona qualità dei libri piccole problematiche legate alla crescita dei vostri cuccioli sicuramente Clavis vi sarà d’aiuto. Dal pannolino alla scuola, dalle pappe alle emozioni all’arrivo di fratelli e sorelle, il catalogo Clavis non si caratterizza per poesia ma per aderenza alla realtà in corrispondenza con uno dei principi fondamentali per rivolgersi ai bambini piccolissimi (2-3 anni) la mimesi della loro realtà.

ClichylogoL’elefantino di Clichy ha solo 3 anni ma in questo poco tempo non pochi sono stati i contributi soprattutto in forma di albi illustrati che questa casa editrice ha dato alla letteratura per l’infanzia (penso innanzitutto a quel capolavoro che è Lupo e lupetto). La spiccata e dichiarata francofilia rimanda a testi di autori prevalentemente d’oltralpe. La collana specializzata in albi per bambini da non perdere è “Carrousel”.

Curci: Unica casa editrice interamente dedicata alla musica sia intesa come libri di introduzione alla musica, al ritmo ed ai singoli strumenti, sia all’importanza della musica (loro il bel progetto dei cd per le mamme in attesa e per la prima infanzia), sia alla divulgazione delle opere liriche. Dai progetti musicali per la gravidanza e la prima infanzia ai veri corsi di musica per aspiranti musicisti la Curci è ciò che fa per voi for all your “music need”!

CorrainiCorraini Edizioni da 40 anni il meglio che si possa trovare in campo grafico ed artistico. Anche Corraini è una delle mie passioni smodate, è galleria d’arte, studio grafico, e pubblicazioni per adulti e bambini e molto altro. La caratteristica è sempre quella di libri ed albi illustrati dotati di  perfetta cura ed eleganza delle edizioni. A chi dice che non sono per bambini…bè basta pensare che Corraini ha tutto il copyright di Bruno Munari e alcuni dei più bei pop-up di sempre (penso ad esempio alla Foresta del bradipo). I libri pensati da loro per i bambini lo sono eccome, per la vexata quaestio eleganza-lontananza vi rimando qui e qui.

De Agostini: Grande casa editrice che propone per bambini sostanzialmente libri di divulgazione scientifica e libri gioco, per i più grandi ha anche una collana di narrativa. Come per tutte le grandi case ogni titolo è da valutare, tendenzialmente le pubblicazioni divulgative di soggetto geografico sono buone.

Dehoniane: Casa editrice di soggetto religioso. Di buon livello la collana per bambini dedicata alle diverse religioni.

Donzelli: I libri della Donzelli sono bellissimi, curati ed esteticamente significativi. Il catalogo per bambini e ragazzi presenta fiabe classiche, albi illustrati e testi di narrativa di ottimo livello linguistico ed iconografico e si caratterizza per la presenza di autori importanti di cui vengono proposti titoli non conosciuti (penso a Consigli alle bambine di Mark Twian). Sono edizioni tendenzialmente un po’ costose com’è naturale che sia data la qualità del prodotto proposto. In donzelli compaiono tutti i titoli della saga del Piccolo Nicolas di Goscinny e Sempè.

Editoriale scienza (gruppo Giunti): Buona casa editrice che si occupa di divulgazione scientifica, produce libri qualità generalmente buona con delle ottime collane per ragazzi della primaria e secondaria di primo grado su qualsiasi argomento riconducibile alle scienze dalla fisica all’economia all’astronomia paleontologia e nuove tecnologie.

Edizioni corsare: Risultati immagini per edizioni corsarePiccola casa editrice degna di nota, si caratterizza per un particolare attenzione al teatro per bambini e per la cura grafica e iconografica. Editano principalmente albi illustrati ma hanno anche una collana di narrativa.

Edt: Il settore Giralangolo Footer_gir_logodi questa casa editrice propone albi illustrati e non solo dedicati a bambini e ragazzi generalmente di grande interesse, negli ultimi anni sta proponendo progetti editoriali di collane interessanti come la “Sottosopra” che lavora sulla sovversione dei pregiudizi di genere (sono albi in cui spesso la parte illustrativa è migliore di quella narrativa) e soprattutto “Le mille e una mappa” (che si è anche guadagnata il Premio Andersen come miglior progetto editoriale nel 2012) in cui vengono proposte fiabe o storie classiche (da Cappuccetto rosso a Marco Polo) in formato di mappa con dietro approfondimenti della storia. In genere Giralangolo propone libri di grande interesse, i testi sono talvolta da valutare.

EL  : Sovverto l’ordine alfabetico perché sotto la guida di Orietta Fatucci la EL dagli anni ’90 ha assorbito anche i marchi Emme e Einaudi ragazzi. Il marchio EL ha fatto la storia e in molti casi il cambiamento della storia dell’editoria italiana, dall’invenzione delle collane per età, ai libri game ecc. Dal 2008 presenta l’intero catalogo di Rodari in forme diverse a seconda della tipologia: le nuove edizioni tascabili in EL, le storie in formato albo illustrato EMME e le riedizioni delle prime pubblicazioni con le illustrazioni di Munari in Einaudi Ragazzi. Questo è un marchio da cui non si può prescindere, ha il suo punto di forza nella narrativa e nelle tante diversificate collane tutte di buon livello grazie alla cura nell’illustrazione e alla presenza di grandi autori ed illustratori tutto in formato tascabile quando editi con il marchio EL, albo quando è EMME. Da prendere praticamente ad occhi chiusi seguendo le indicazioni dell’editore.
EMME
Einaudi Ragazzi

Electa (gruppo Mondadori) casa editrice specializzata in pubblicazioni d’arte da qualche anno sta producendo con buon successo albi illustrati di gran qualità alcuni premiati da riconoscimenti prestigiosi come il premio Andersen per Crictor. Le tematiche restano tendenzialmente quelle dell’arte e dei viaggi in luoghi d’arte.

Else: Else edizioni in 3 parole: albi illustrati, serigrafia, estetica. Mettete tutto insieme, aggiungete la cura per il messaggio “impegnato” (lo so che sembra una brutta parola ma non lo è) in senso civile e il sodalizio con Orecchio Acerbo e avrete una piccola curatissima e preziosissima casa editrice di cui anche solo sfogliare il catalogo vi darà piacere alla vista.

E/O: Questa bella casa editrice ha una ancor più interessante collana, il “Baleno”, dedicata ai libri per l’infanzia in cui trovano spazio narrazioni ed albi illustrati con sfumature molto particolari, nei titoli del baleno c’è sicuramente della poesia dentro e nessuna paura di parlare di cose importanti come la morte e l’amore. E/O ha edito, tanto per intenderci, i testi di Wolf Erlbruch tra i fondamentali per cominciare a parlare della vita e della non vita con i bambini.

Erikson: Questa è indubbiamente la più importante casa editrice che si occupa di studi sulle difficoltà di apprendimento, metodologie didattiche e disabilità fisiche e mentali applicate all’insegnamento che abbiamo in Italia. Pubblicano libri per lo più rivolti ad adulti ed addetti al settore di ottimo livello e documentazione, a volte presentano titoli per bambini per affrontare particolari tematiche ma non spiccano per bellezza, ci andrei molto più cauta.

Fabbri: Talmente grosso che quasi ce lo si dimentica il marchio Fabbri (gruppo RCS) propone generalmente titoli per ogni età e di ogni tipologia non di spiccato valore editoriale, diciamo che l’elemento commerciale pare essere quello trainante delle scelte editoriali. Ci sono sempre alcuni titoli che risultano di qualche interesse come ad esempio la piccola serie de “I miei piccoli libri sonori” Gli strumenti perché pensata per avvicinare bambini piccolissimi anche di 6 mesi-1 anno agli strumenti, di ogni tipo e di tutte le provenienze, facendo loro ascoltare un breve saggio sonoro. Intramontabili le storiche Fiabe sonoro con le illustrazioni della nostra infanzia che tuttora continuano ad uscire col marchio Fabbri Editori.
 
Fanucci: Fanucci per molti e per molto tempo ha significato Fantascienza, in questo infatti sono specializzati ed indubbiamente bravi pubblicando in Italia anche titoli di grandi scrittori stranieri del genere. Le collane per teenager e per ragazzi si caratterizzano anch’esse prevalentemente per il genere fantasy e horror, autori di punta sono la Masini e Baccalario. La grafica delle copertine non è proprio il massimo ma i testi sicuramente catturano e parlano ai ragazzi appassionati della letteratura di questi generi!

Fatatrac: (gruppo Giunti) Fatatrac è nata, nel nome e nelle intenzioni, per far cadere le fate, una via di mezzo tra il patatrac e le fate, oggi, a oltre trent’anni dalla nascita di questo marchio e dopo il passaggio al gruppo del borgo Giunti mantiene ancora questa sua identità originale e volta a fare sgambetti alle storie e ai pregiudizi. I titoli di Fatatrac sono caratterizzati dall’attenzione alle realtà particolari, all’educazione civica in senso il più ampio possibile adeguato già a bambini piccolissimi. Collana storica e direi quasi esemplificativa di questa casa editrice sono le “Carte in tavola” che smontano e rimontano fiabe classiche, epiche e civili. La cura grafica non è sempre la migliore anche se negli anni mi piace sempre di più, i titoli vanno valutati volta per volta ma il prodotto di questa casa editrice è sempre di buona qualità. Edita tanto testi di narrativa quanto albi illustrati, libri gioco e divulgativi; la fascia d’età cui si rivolge va tendenzialmente dalla prima infanzia alla primaria.

Feltrinelli Kids: Che dire di un colosso del genere? Che tendenzialmente i titoli vanno valutati volta per volta soprattutto gli albi illustrati. Ve ne sono alcuni di grande valore ma molto di nicchia, più che un progetto editoriale preciso mi pare vadano più per autore ed occasione dando spazio di volta in volta a dei singoli casi letterari (penso ai due albi della Frugoni o al silent Il viaggio). Molto di più, nel complesso, mi fido e mi piace la collana di narrativa con le indicazioni dell’età di lettura, sono testi sempre di buon livello ed adeguati all’età indicata, e la narrativa per i più grandi, d’altra parte siamo nel campo che ha fatto grande questa casa editrice dalla lunga ed importante storia. Postilla: il settore ragazzi dei megastore è solitamente scadente soprattutto per gli albi illustrati, scegliete librerie indipendenti

Galluccilogo Gallucci editore Gallucci per moltissimi vuol dire musica, loro è la formula innovativa e geniale di illustrare le canzoni ed accostarle al cd. Questa credo resti la collana trainante di questa casa editrice che però fa anche tante altre belle cose, da libri di narrativa a albi illustrati, libri cartonati per i più piccoli e libri di divulgazione. La qualità è sempre molto alta, se posso permettermi un giudizio personale del linguaggio, spesso più alta nelle immagini che nel testo ma vale comunque la pena avere sempre un Gallucci per casa!

Giunti: Questo è un mega marchio che ne comprende molti altri tra cui alcuni che ho trattato o tratterà separatamente (Editoriale scienza, Fatatrac e Mottajunior) ed altri che deliberatamente non tratterò (ovvero la Dami). I libri per bambini e ragazzi che escono a marchio proprio Giunti sono molto altalenanti come qualità sotto ogni punto di vista, spesso si tratta di pubblicazioni abbastanza commerciali ma ci sono anche ottimi libri come tendenzialmente sono quelli della collana di narrativa per ragazziGru” e “Extra” che ha anche vinto un premio Andersen.

Giuntina: Colosso della editoria di soggetto ebraico da poco questa casa editrice si sta dedicando agli albi illustrati, tra quelli pubblicati uno spicca in assoluto ed è A cena dalla regina di autore, gli altri titoli di albi illustrati vanno volta per volta valutati, però tendenzialmente gli ultimi proposti sembrano di qualità decisamente migliore dei primi.

Ippocampo: Si occupa principalmente di libri illustrati e fotografici, con più di un occhio di riguardo alle tematiche del viaggio, della geografia e della cultura orientale. La loro sezione per bambini e ragazzi presenta collane di albi illustrati di fiction e non fiction, libri cartonati per i più piccoli (hanno ripreso anche quella bella collana di Emme di divulgazione per i piccolissimi con le pagine trasparenti), libri di narrativa, libri gioco (tra cui il mitico Wally che credo tutti ricordiamo)  una bellissima collana di libri fotografici documentari che secondo ma danno proprio la cifra stilistica di questa bella casa editrice.

Jaca book: Il catalogo di Jaca Book per me resta un mistero…vi sono presenti sostanzialmente albi illustrati in cui la narrativa, la divulgazione (è presente mi pare l’unica collana per ragazzi dedicata alle costellazioni), la paccottiglia e qualche capolavoro ben nascosto come Un giardino sottoterra. Mah, sicuramente c’è un progetto editoriale anche dietro questo catalogo ma le vie mi paiono intelleggibili, nel dubbio…ad uno Jacabook si butta l’occhio tanto i titoli bellissimi saltano all’occhio come cavallette!

Kalandraka: Questa è una piccola meravigliosa casa editrice galiziana che fortunatamente pubblica buona parte del proprio catalogo anche in Italia. I suoi sono, come li definiscono loro, “libri per sognare” ed in effetti gli albi illustrati a cui dedicato tutta la cura possibile ci fanno sognare a qualsiasi età rivolgendosi a bambini piccolissimi,  che si approcciano per la prima volta al libro, agli amanti della poesia delle immagini. Un albo Kalandraka val sempre la pena! Per conoscere meglio questo bel progetto editoriale vi segnalo la bella intervista fatta da Francesca Tamberlani per Milkbook alla responsabile della casa editrice, donna acuta e di grande spirito!

Kite:   L’aquilone di Kite prende il volo dalle mie parti, in Veneto, in provincia di Padova, e da lì  partita per lontane immaginarie e fantastiche destinazioni con i suoi bellissimi albi illustrati. Con questo marchio stanno uscendo in Italia i titoli di Satoe Toe che di per sè basterebbero a dirci della qualità di questo marchio editoriale. La cifra stilistica resta quella dell’albo però declinata anche nella forma di una collana divulgativa molto interessante, una pedagogica di egual valore in cui compare tra l’altro Il pentolino di Antonino sulla resilienza che tanto ha fatto discutere, dei libri gioco cartonati e persino delle app di cui tuttavia confesso la mia ignoranza.

La CoccinellaRisultati immagini per la coccinella editoreQuelli dei buchi” è il motto di questa casa editrice che si caratterizza storicamente per l’invenzione dei libri con i buchi che effettivamente ha cambiato di molto lo scenario editoriale dagli anni Settanta in poi. Negli anni ha alternato proposte di titoli di buona qualità grafica e narrativa a libri di minor valore. Pubblica tendenzialmente libri cartonati per la prima infanzia la cui qualità conviene valutare titolo per titolo.

La Fragatina: casa editrice spagnola con ramo in Italia. Basa la poetica del suo catalogo sull’albo illustrato, dunque sul rapporto testo ed immagine pubblicando albi illustrati di buon livello narrativo ed iconografico per bambini dai 3 anni in su.
Lapis:  Risultati immagini per lapis editoreA me questa casa editrice piace molto perché fa dei bei libri di narrativa e divulgazione (ma anche albi) per bambini dai 3 ai 15 anni di buona qualità e entrando in settori in cui è stata una vera pioniera come quello delle guide turistiche per bambini, e delle biografie di personaggi storici per ragazzi. Propongono libri di genere e tematici a cui rivolgersi tranquillamente sicuri di trovare la risposta giusta ad altezza di bambino!

Laterza: La storica casa editrice di Bari, notoriamente per adulti ha da qualche tempo scelto di avere una collana per ragazzi dal nome “Celacanto programmaticamente dedicata al parlar di Storia “senza mai perdere il gusto del racconto”. Laterza è nuova nel settore degli albi illustrati e della divulgazione per bambini ma è più che navigata nell’editoria nazionale, vedremo come saranno i loro libri, al momento mi paiono di buon livello, abbastanza “di nicchia”.

Lemniscat: anche questo è un marchio Il castello editore. Lemniscat è una molto bella casa editrice dedica agli albi illustrati d’autori di buon livello narrativo ed illustrativo, infatti nel sito troverete stranamente un catalogo diviso per autore.

Leonardo: Appartenente al gruppo editoriale Raffaello questa casa editrice è dedita all’editoria scolastica e didattica.

Leone verde piccoli :collana della casa editrice piemontese Leone verde da anni impegnata nella pubblicazione di libri dedicati all’infanzia. Con la collana per i piccoli negli ultimi anni sta pubblicando una serie di albi illustrato, anche silent book di ottimo livello.

Le rane interlinea: Questa piccola casa editrice produce spesso delle piccole chicche. Divide il catalogo per l’infanzia in 3 collane: libri per bambini 5-12 anni, storie di natale illustrate in libricini da tenere in tasca (in questa collana rientra anche Salvataggio a mezzanotte di Bruno Tognolini illustrato da Pia Valentinis); e gli albi illustrati con copertina cartonata. 

Lo editions: Piccola, bella e interessante casa editrice nata dalla branca di un’altra che si occupava di adulti e che oggi ha deciso, come molti altri del resto visto che pare che il mercato editoriale per bambini sia l’unico che va ancora un pochino, di dedicarsi anche ai più piccoli. Fin’ora sta pubblicando bellissimi albi illustrati e sicuramente continuerà così!

Logos: La domanda è sempre la stessa: ma Logosa fa libri per bambini? Mah, qualche titolo sì (penso innanzitutto a Dormi dormi tartaruga), tendenzialmente propone albi illustrati per ragazzi con uno spiccato senso per il noir e il perturbante ed un’estrema cura estetica. Restano indubbiamente delle edizioni di livello per ragazzi cresciuti un bel po’!

 

MargheritaRisultati immagini per la margherita edizioni Parte anch’essa del gruppo il Castello La Margherita edizioni è un marchio a cui corrispondono albi illustrati di buon livello, con punte di eccellenza date da alcuni autori che regolarmente compaiono nel catalogo quali Eric Carle, Roberto Innocenti, Possentini, Zavrel e tanti altri.

Minedition: Ancora un marchio de Il Castello dedito alla pubblicazione di albi illustrati e libri cartonati per la prima infanzia di buona qualità, compaiono nel catalogo autori importanti.

Minibombo : Questa sì che è una piccola casa editrice emergente che già ha fatto tanto parlare di sé per la qualità dei suoi libri per la prima infanzia e per l’innovazione che continuamente ricercano nel proporre libri giocosi e interattivi. Sono anche tra le poche case editrici che portano avanti di pari passo delle app per i più piccoli non disgungendo nè disdegnando il contatto tra buoni libri cartacei di ottima qualità in tutti i sensi e prodotti digitali di elevata qualità per i più piccoli.

Mondadori: La storia ormai ha maciullato questo marchio editoriale facendolo diventare sostanzialmente un mega contenitore di tutto. In questo caso ancor più che per gli altri mega marchi io ci andrei con i piedi di piombo: ci sono un mare di autentiche schifezze in giro con il marchio mondadori. D’altra parte gli autori sono pur persone che devono lavorare e quindi proprio in queste grandi case possono trovare spazio bravi scrittori che giustamente vanno dove le tirature vanno di più. Tendenzialmente, quello che si buono si trova, è nel campo della narrativa specie per più grandi dall’età scolare in su-

Mottajunior: Ecco, questo è un marchio del gruppo Giunti che ancora non riesco ad inquadrare: quando vedo un libro Mottajunior so che merita almeno di esser seriamente preso in considerazione; pubblica testi di buona qualità sia di narrativa e albi illustrati che di divulgazione, e spesso vi si trovano delle autentiche “chicche” (penso ad esempio a Mirabel della Lindgren poco conosciuto e molto bello). Quello che però altrettanto spesso mi colpisce è la grafica che mi sembra sempre “superata” i formati della collana di poesia e narrativa sono effettivamente difficili da proporre mentre alcuni albi sono bellissimi e la collana di divulgazione “A piccoli passi” è fatta molto bene.

Mursia: Mursia per chi è stato bambino negli anni ’80 vuole dire “Beccogiallo” la collana per bambini della più grande casa editrice indipendente d’Italia, nata per promuovere i classici in versione ridotta, lanciata con la nuovissima idea delle pagine profumate, è ancora esattamente così. Leggo la storia della Mursia e la loro politica editoriale e nella grafica datata eppure con contenuti di discreto livello delle loro pubblicazioni ritrovo perfettamente lo spirito di cui si fanno portavoci dagli anni Cinquanta ad oggi: “poche concessioni alle alle mode editoriali, grande attenzione ai libri in catalogo”. Mursia pubblica anche edizioni scolastiche.

Nord-SudRisultati immagini per nord sud edizioni Le edizioni Nord-Sud nascono come sorella italiana di una casa editrice svizzera, la scelta dichiarata è quella di garantire e perseguire la qualità delle scelte editoriali e bisogna dire che in molti casi vi riescono. L’acquisto di questo marchio da parte della Salani (quindi del gruppo editoriale Mauri Spagnol nel 2005 la portato un ampliamento del catalogo e la nascita di diverse collane più commerciali o legate a personaggi specifici: escono con marchio Nord-Sud i Barbapapà, i puffi, Arcobaleno il pesciolino, e la collana per ragazzine Monster High. Le collane di prima lettura e di trasposizione dei classici sono scritte bene ma lasciano a desiderare per scelte grafiche e di formato, secondo me, mentre azzeccatissima e bellissima è la collana “Gli scriccioli” nata nel 2007 per proporre testi per primi lettori di grandi autori, compaiono titoli di Dahl e Tognolini o altri come Babe maialino coraggioso, è una collana che fa da premessa in qualche modo (e credo così sia stata concepita visto anche il richiamo del marchio della collana) alla storica collana degli “Istrici” Salani. Nel catalogo Nord Sud compaiono anche albi illustrati, alcuni molto belli, ma il meglio è senz’altro costituito dalla narrativa degli “Scriccioli”!

Nuova frontiera Junior: Nel catalogo della Nuova Frontiera Junior potete trovare un po’ di tutto ma tutto dotato di un buon livello di ricerca della qualità e coerenza del risultato. Gli albi illustrati di narrativa o divulgativi sono bellissimi ma molto interessanti risultano essere delle collane a cui ultimamente la casa editrice sta dando parecchio risalto dedicate ai miti greci e romani e alla filosofia. I libri che pubblica questa casa editrice sono molto eterogenei da tutti i punti di vista ma mi paiono accomunati da una volontà di uscire dall’atteso, dal “già visto”; ci sono albi meravigliosi come Il signor Gtesti particolarissimi come Gigi Baruffa; i pluripremiati albi di divulgazione scientifica Andirivieni e Il mare, tutto sono in quest’ottica si tiene in linea con la scelta di parlare di filosofia e di civiltà antiche ai ragazzi.

Nuove edizioni Romane Risultati immagini per nuove edizioni romaneDa qualche anno questa casa editrice ha chiuso definitivamente, la maggior parte del catalogo è stato però acquisito da Giunti. Ho voluto lasciarla in elenco in memoria di un lavoro storico e perchè comunque nelle biblioteche è sempre reperibile con libri importanti. Il suo catalogo si caratterizzava per proposte originali, promuove tra l’altro ottime edizioni e riduzioni di classici teatrali e non della letteratura mondiale. La indubbia e solida qualità dei testi mi pare sia purtroppo poco sostenuta da una grafica “datata”. 

Orecchio acerbo: Ad Orecchio acerbo, come a pochissime altre case editrici, va una mia spassionata e più che dichiarata preferenza nel panorama editoriale degli albi illustrati, non foss’altro perchè condivido con essa la filosofia che ha dato origine alle Teste fiorite: la tutela dell’orecchio acerbo.
Siccome l’autopresentazione di questa straordinaria casa editrice di albi illustrati è tutto un programma e va meditata in ogni sua parte ve la ripropongo tal quale:
libri illustrati per ragazzi che non recano danni agli adulti/ libri per adulti che non creano danno ai ragazzi.Indicazioni terapeutiche: Stati di grave bulimia televisiva. Sindome acuta di insufficienza immaginatoria. Distonia o rimbecillimento da abuso di videogiochi. Irritazioni cellulari da SMS. Coaudiuvante nel trattamento delle dipendenze da psicofamiliari (anfemammine, erononnine, coccaziine ecc.). Intolleranze alimentate razziali, politiche, religiose ecc.). Elettroencefalodramma da iperattività. Squilibri emotivi connessi a stress per mancanza di mancanze. Stati apatici da eccesso di conformismo. Danni nel campo visivo. Abbassamento della soglia di solidarietà. Fino a qualche anno fa potevate leggere tutto questo nel meraviglioso bugiardino che accompagnava ogni libro Orecchio acerbo, oggi l’indicazione terapeutica non c’è più e mi dispiace, la posologia resta sempre la stessa, assumere un albo ogni volta, anche a ripetizione, unico consiglio, tener conto dell’età suggerita, come dire, a ciascuno il suo albo visto che questa è una delle pochissime case editrici che produce e progetta consapevolmente albi illustrati per ragazzi “grandi”.

PaniniRisultati immagini per panini ragazzi Panini vuol dire Pimpa, Giulio Coniglio, Hervè Tullet, “Zerotrè” e con questo mi pare che siamo a posto, siamo di fronte ad un grande marchio che lavora con un ottimo ritorno commerciale e tuttavia con una buona qualità delle proposte nonostante alcune collane rispondano a delle logiche strettamente legate al marketing. Le pubblicazioni Panini sono rivolte sostanzialmente alla fascia d’età prescolare.

Passabao: Piccolissimissima casa editrice che, a quanto pare dei primi due titoli sin qui pubblicati, si dedica ad albi illustrati per la prima infanzia avendo molta cura estetica dell’oggetto libro.

Pelledoca Questa piccola e nuova casa editrice, di cui, ammetto con dispiacere, non conosco personalmente i titoli, mi incuriosisce e la segnalo perchè ha fatto una scelta di campo molto netta: pubblica storie solo di paura o noir; che si tratti di narrativa o di albi illustrati, ma mi pare che al momento nel catalogo prevalga la narrativa, il nucleo è sempre lo stesso: la necessità di raccontare storie che fanno venire la pelle d’oca, appunto.

Phaidon: Phaidon è una collana internazionale che ha portato in Italia alcuni titoli di Hervé Tullet e, tra li altri, le pulcette di Beatrice Alemagna. Il suo catalogo è piuttosto articolato, anche con titoli che poi ritroviamo in Italia editi con altri marchi a cui sono stati venduti i diritti, tuttavia mi pare di intuire che l’attenzione all’arte,  in senso molto ampio, e a quei libri con forme e tecniche particolari possa essere un tratto distintivo del suo enorme catalogo (la casa editrice, non nella sezione infanzia ma in generale, è infatti attiva dal 1923).

Piemme: Ovvero Battello a vapore per quanto riguarda la narrativa per bambini e ragazzi, inutile dire che è forse il marchio più venduto per la fascia d’età scolare perché presenta in catalogo titoli ed intere collane basate su logiche direi quasi esclusivamente commerciali. Geronimo Stilton tanto per dirne una con tutte le infinite varianti che in questi anni ha prodotto, dalla rilettura dei classici alla scrittura al femminile della cugina Tea Stilton, e poi “La scuola di danza” e “Gol” tanto per non stereotipare o confondere i generi di lettura (e ovviamente non intendo i generi letterari ma i generi maschio e femmina). Non mancano certo titoli di buona qualità nel vastissimo catalogo, nè nego un qualche spunto interessante anche nelle collane che a volte tornano “utili” a catturare i non-lettori, il problema è che poi…creano dipendenza da semplificazione e da lì non li schiodi più e i non-lettori diventano lettori-esclusivi il che non è poi tanto meglio…Di buono il battello a vapore ha, come tantissimi altri marchi, ma l’idea geniale iniziale si deve alla Elle, l’indicazione delle fasce d’età definita per colore per cui ogni bambino può facilmente individuare i titoli alla sua portata.

Principi e Princìpi: Questa piccola particolare casa editrice nasce da e con una vocazione per il design ed infatti produce esclusivamente testi illustrati, di preferenza si rifà a testi o favole classiche a cui accosta nomi di importanti illustratori o designer o artisti. I loro titoli sono sempre molto curati sotto ogni aspetto, alcuni albi sono molto interessanti anche per i bambini abbastanza piccoli, come ad esempio Evelina verde mela, altre collane invece mi pare ammicchino ad un pubblico sensibile alla bellezza e particolarità dell’edizione e direi anche in maniera meritoria, una bella edizione è sempre una bella cosa!

Rizzoli: Con Mondadori, Giunti e Feltrinelli, Rizzoli è un colosso della nostra editoria e come sempre ci andrei con i piedi di piombo. Nei decenni e con la fortuna commerciale questi enormi marchi hanno perso o dimenticato la loro vocazione iniziale e tendono a pubblicare con logiche commerciali e di profitto, il che di per sè non è detto che sia negativo se non fosse che in Italia i libri brutti tirano di più dei belli tra quei già pochi lettori che ci sono! Data la mole naturalmente spiccano titoli ed autori di grande valore e pregio tra cui il nostro italiano Matteo Corradini che a me piace moltissimo, la Deutremer con i suoi preziosissimi albi illustrati ed altri. Tendenzialmente sulla qualità del testo mi fido di più che degli albi illustrati per queste grosse case editrici. Se vi può interessare vi segnalo una riflessione ironica assai interessante di Corradini sul signor Rizzoli dall’eloquente titolo L’editore non esiste.

Rrose Selavy: Questa casa editrice è davvero qualcosa di difficile da definire, bella ed eclettica non l’ho ancora inquadrata bene. Già il nome è tutto un programma: lo mutua da Duchamp che lo usò come pseudonimo e pensando all’artista e alle sue opere direi che se Rrose non è solo Duchamp, non è nemmeno solo una semplice casa editrice ed in quato tale assai difficile da inquadrare. Vincitrice del premio Andersen 2013 come migliore progetto editoriale propone libri di poesia e narrativa illustrati di grande bellezza con copertine inconfondibili, nell’ancora piccolo catalogo già compaiono autori come Tognolini, Pericoli e Piumini.

Rue Ballu: Risultati immagini per casa editricecasa editrice siciliana che si occupa solo ed esclusivamente di musica (con qualche incursione in teatro e poesia ma perchè della musica condividono metrica e ritmo). La collana Jeunesse Ottopiù è una bellissima collana che propone biografie o finte autobiografie di grandi musicisti o intellettuali. I suoi libri sono sempre curatissimi in ogni parte.

SalaniRisultati immagini per salani editore Questa è una grande casa editrice che nel 2012 ha festeggiato i 150 anni e che è cresciuta nel tempo senza perdere la propria caratteristica di produttrice di bei libri di narrativa per bambini e ragazzi. Siamo decisamente esclusivamente nella fascia scolare con solo testi di narrativa, la collana storica che tutt’ora propone i titoli più interessanti è quella degli “Istrici” a cui da qualche anno fa da preludio quella degli “Scriccioli” della Nord-sud appartenente allo stesso gruppo editoriale. Harry Potter le ha probabilmente dato quella visibilità di massa che forse ancora le mancava e ormai da anni credo che i titoli della Rowling da soli reggano bene la casa editrice come tiratura e vendite. Da diversi anni al marchio Salani è collegato anche per nome quello dei Magazzini Salani in cui si declina la parte…fumettistica il merchandising del gruppo, tutte quelle borse magliette ecc. di Mafalda, Piccolo Principe e gatti sono opera loro così come però anche le carte sulle attività da fare con i bambini ed alcuni volumi dei Peanutz.

San PaoloRisultati immagini per san paolo edizioni Già il nome vi dice tutto, siamo di fronte a una delle più importanti case editrici schiettamente cattoliche come importazione e messaggio. Prendo naturalmente solo in considerazione la parte editoriale dedicata a bambini e ragazzi che presenta anche dei titoli di buona qualità, ma tendenzialmente questo marchio mi lascia perplessa perché…so sempre cosa mi vuole dire, le storie che pubblica, quando non i libri che progetta di sana pianta appositamente, hanno sempre un forte impianto “dottrinale”, alcune pubblicazioni poi mi puzzano di ricercato per cui ultimamente hanno pubblicato un piccolo albo illustrato scritto niente di meno che da Ravasi. Ma, senza nulla togliere a Ravasi, ma non è che basti un grande nome per saper scrivere per bambini! Insomma, se fossi in voi maneggerei le edizioni San Paolo con grande rispetto ed altrettanta attenzione a meno che non stiate cercando qualcosa per indottrinarvi di qualche messaggio schiettamente religioso ed allora siete nella casa editrice giusta.

Sinnos  Queste edizioni si caratterizzano per l’attenzione alla multiculturalità, nascono infatti con un progetto legato all’immigrazione. Presenta titoli di diversa tipologia, tutti di buona qualità, negli ultimi anni propone una collana di albi illustrati davvero molto interessante. Altre collane, penso a quelle sulle diverse culture e lingue hanno un impostazione grafica che non rende giustizia alla bontà del progetto e del contenuto ma mi pare che stiano decisamente migliorando anche in questo campo. A Sinnos ci si può rivolgere con tranquillità sicuri di trovare qualità e competenza qualunque problematica interculturale vogliate affrontare con i vostri bambini a casa o a scuola.

SettenoveRisultati immagini per settenove casa editriceNato come progetto editoriale dichiaratamente (sin dal nome) dedicato alla “prevenzione della violenza di genere” propone titoli per bambini e ragazzi esplicitamente pensati in tal senso. Alcuni titoli sono bellissimi altri non capolavori ma ugualmente di buon livello ed importanti per poter scardinare pregiudizi e meccanismi di genere. Una piccola e nuova casa editrice importate visti gli anni che ci tocca vivere di cui ci sarebbe piaciuto fare a meno, non per i libri che sono molto interessanti e spesso belli, ma perchè avrei sperato che nel 2015 non si dovesse tornare ai progetti d’impostazione di genere che sembravano avessero dato buon frutto negli anni Sessanta e Settanta.

Stampatello  Lo stampatello è un progetto editoriale indipendente nato qualche anno fa per dar voce in forma di libro per bambini alla realtà delle famiglie monoparentali ed in generale delle nuove situazioni familiari. Da qui le polemiche ottuse sui libri per i gay e stupidaggini del genere. Lo Stampatello pubblica con grandissima difficoltà libri bellissimi, che hanno ottenuto grandi riconoscimenti e che vantano autori ed illustratori illustri come Altan, Desideria Giucciardini, Emanuela Nava e la stessa fondatrice della casa editrice Francesca Pardi. “Parlami in stampatello”, il motto della casa editrice, vuol semplicemente dire parlami di tutto in maniera semplice perché questo con i bambini bisogna fare: raccontare tutto l’esistente, nelle forme e nei modi migliori da qualsiasi punto di vista per l’età a cui si rivolgono e in questo i libri di questa casa editrice centrano il segno raccontando storie di grande rispetto ed amore. Lo stampatello propone albi illustrati per l’infanzia, narrativa per la prima fascia scolare ed anche dei titoli interessanti di divulgazione, una casa editrice che vale la pena conoscere e sostenere.

Tunuè: Tunuè vuol dire per lo più fumetto. I principali cavalli di battaglia di questa casa editrice sono graphic novel e riadattamenti dei classici  in veste di fumetto, si veda per questo la collana Tipitondi. Anche la collana di albi illustrati con i titoli di Shaun Tan, la collana si intitola Mirari è molto bella. il target di questa casa editrice mi pare sia piuttosto alto come età, diciamo, in genere, dagli 8 anni in su; punti in comune tra le vari collane e le scelte editoriali sono l’attenzione ai linguaggi del fumetto e dell’animazione in un’ottica pienamente, mi pare di intuire, postmoderna.

Terre di mezzo: Terre di mezzo è una piccola casa editrice molto interessante innanzitutto per la sua impostazione: nata da un giornale di strada dedicato all’informazione sociale e agli stili di vita alternativi, da qualche anno pubblicano anche libri di vario genere tra cui una bellissima collana chiamata “Bambini”. In collana ci sono sostanzialmente albi illustrati di grande valore letterario e iconografico (alcuni dei quali li trovate recensiti anche da Teste fiorite quiqui e qui) tutti comunque e sempre caratterizzati da storie che includono, che aprono verso mondi diversi che siano reali, mentali o emozionali poco importa, ci educano alla bellezza e alle possibilità della diversità dentro e fuori di noi.

Topipittori:  Risultati immagini per topipittori Ai Topipittori va una delle mie preferenze sfegatate, gli albi e non solo che i topi editano sono il massimo che si possa immaginare per cura, amore e pensiero dedicato ai libri illustrati, eterogenei ed eclettici in questi bellissimi libri potete trovare favole classiche reinterpretate, nuove fiabe e narrazioni capaci di parlare ai bambini e ragazzi di tutte le età di qualsiasi cosa. Fatevi incuriosire dalla storia di questa casa editrice e dei suoi fondatori Giovanna Zobili e Paolo Canton che potete divertirvi a leggere qui. Topipittori ha anche un blog stupendo che vi consiglio di seguire se siete appassionati di…cultura dell’infanzia…cultura.

TourbillonRisultati immagini per tourbillon edizioni Del marchio Il Castello la Tourbillon rappresenta l’anima “cartonata” quella dedicata ai più piccoli per cui propone dei libri di discreta qualità. Molto bella invece mi pare la piccola collana di divulgazione “Libri per imparare” in cui titoli come “Come si fa il cioccolato?” “Come si fa un libro?” coniugano bene la vocazione scientifica e la curiosità dei bambini della primaria a cui si rivolgono.

 
Touring club: Se state pensando che il Touring pubblichi libri sulla geografia e i paesi ci avete azzeccato, questo è quello che il touring sa fare e lo declina anche in versione divulgativa per bambini. Pubblica anche una collana narrativa interessante dedicata alla storia misteriosa di singole città che il bambino può attraversare in maniera avventurosa magari in preparazione a qualche visita nel luogo di ambientazione.
Uovonero Logo UovoneroBeh, data la bellezza dei libri che pubblicano, i premi che vincono e la particolarità della proposta editoriale proprio non si direbbe che Uovonero esista solo dal 2010! La caratteristica di questa bella piccola casa editrice è quella di occuparsi in varie forme (linguistiche, contenutistiche e grafiche) delle persone che hanno un svantaggio nella lettura. Una volta tanto il sito esplicita la caratteristica di ciascuna collana e così ve le propongo:
“Libri con rinforzi comunicativi, che utilizzano strumenti CAA (comunicazione aumentativa e alternativa), per bimbi in età prescolare o con difficoltà cognitive (pesci parlanti); libri che raccontano varie forme di disturbo da parte di chi lo vive in prima persona (i raggi); libri che aiutano gli altri a capire ed accettare chi è diverso (i geodi); materiali dedicati in particolare a persone con autismo per sviluppare le autonomie personali (piccoli passi) o le abilità sociali (i bottoni). Infine, una collana di giochi per invertirsi e imparare, nel rispetto delle diversità e della collaborazione non competitiva (altrimenti)”.
I libri Uovonero hanno la marcia in più di essere davvero, nel senso letterale, libri per tutti e sempre di grande bellezza e qualità.
 
Valentina: Valentina è un marchio Brioschi che si dedica alla pubblicazione di libri per bambini e genitori. Pubblica sostanzialmente, per quanto riguarda i bambini, albi illustrati di buona qualità con alcuni titoli interessanti.
 
Vallardi: Questa casa editrice propone libri di divulgazione di soggetto storico e scientifico, in catalogo sono presenti dei titoli accattivanti, come quelli della collana “50 domande” e “gioca con l’arte”, ed altri francamente meno. Da pochissimo stanno lanciando una collana dedicata ai protagonisti delle opere liriche…vedremo come sarà, la qualità grafica solitamente non si fa notare per bellezza. Eppure il marchio ha dato vita negli anni ’70 ad una collana ormai storica che raccontava in maniera del tutto innovativa i grandi artisti della storia dell’arte attraverso i testi di Pinin Carpi. Oggi alcuni di quei titoli sono riediti da Piemme.
Vanvere edizioni: si autodefinisce minuscola casa editrice e, se guardiamo al numero delle pubblicazioni per anno di sicuro non siamo davanti ad un gigante dell’editoria. Quanto però alla qualità e originalità dei libri e progetti editoriali Vanvere ha certamente da dire la sua tra le case editrici di libri illustrati, tra gli autori ricordo solo Matticchio e Scarabottolo, tra i progetti un’attenzione particolare a cartoline, francobolli e manifesti, andate a darci un’occhio!
 
Zoolibri  Pubblica albi illustrati coloratissimi (anche quando sono tutti neri come Questo non è il mio cappello) e bellissimi per la prima infanzia e ben oltre, nel loro catalogo, tra l’altro, gli albi straordinari di Oliver Jeffers ed alcuni illustrati da Pacheco. Una piccola casa editrice indipendente di cui è sempre bene avere qualche titolo in casa!

← Previous post

Next post →

7 Comments

  1. Posso ricordare “Bacchilega junior ” solo per il meraviglioso “Noi” di Elisa Mazzoli illustrato magistralmente dalla Possentini

    • Roberta Favia

      Cara Angela devi ricordami Bacchilega e per molti bei titoli che avete pubblicato. Si accettano anche altri suggerimenti, nel frattempo mi scuso – molte case editrici mi sono scappate involontariamente, a parte quelle volontariamente taciute – e aggiugo!

  2. Alessia

    Ciao, grazie per il tuo lavoro e per il prezioso elenco! Sai chi manca? Equilibri, piccola casa editrice e cooperativa che da anni si occupa di educazione alla lettura. Ha pubblicato saggi di Aidan Chambers, Maria Teresa Andruetto, Chiara Carminati, e da poco hanno portato Gonçalves ( albo illustrato) e Burgess (narrativa).
    Grazie ancora! Alessia

  3. Francesca Di Bartolomeo

    Trovo la postilla sulla F di Feltrinelli fuori luogo oltre che non veritiera. Fuori luogo perché mi pareva si parlasse di case editrici e non di librerie. Non veritiera perché non corrisponde alla realtà delle cose. Da libraia di catena che si occupa principalmente di libri per bambini e ragazzi mi indigno per tale gratuita superficialità di giudizio. Sinceramente trovo questa contrapposizione tra librerie indipendenti e di catena utile come il ronzio delle zanzare in una calda notte estiva. Ho grande stima di tanti bravissimi librai ‘indipendenti’ e altrettanta ne ho dei colleghi di ‘catena’ che hanno grande competenza, passione ed esperienza sul campo. Invito chiunque voglia esprimere un giudizio di valore sull’assortimento ‘scadente’ delle librerie di catena in questione a frequentarle e constatare con assoluta onestà che le case editrici citate nell’articolo non solo sono presenti a catalogo, ma lo sono insieme a molte altre, di altrettanta levatura, non menzionate nello stesso.

  4. Angela Catrani

    Ringrazio la Angela qui sopra, ma non ero io 🙂
    (Ma sono lusingata! Noi di Elisa Mazzoli è il nostro titolo più prestigioso <3 )

  5. Anonimo

    Superlativo il contributo di questo articolo! Grazie Roberta!

Lascia un commento