Il corso che per primo aprirà la nostra stagione autunnale il 14 ottobre è…

“Dove vanno le anatre d’inverno”

Corso sulla letteratura yung adulti, libri per adolescenti e giovani adulti

A cura niente di meno che Hamelin!

Quando: sabato 14 ottobre

Dove: fondazione Querini Stampalia, Venezia

Orario: 10-18.

Contributo: 90 euro per i soci di teste fiorite, 95 non soci. 

ISCRIZIONI
E’ possibile iscriversi fino a una settimana prima di ciascun corso.
La quota di partecipazione dovrà essere corrisposta al momento dell’iscrizione tramite bonifico bancario al conto corrente Poste Italiane a nome Roberta Favia IT17M0760105138241228041230; Per informazioni e iscrizioni testefiorite@gmail.com3491367572
 
IL CORSO
Grandi autori e grandi temi nella narrativa

per adolescenti e giovani adulti

Da qualche anno la narrativa specifica per giovani è letteralmente esplosa, per numeri e per diffusione, basti pensare che i più grandi bestseller a livello internazionale sono riferibili a questo settore dell’editoria: per fare solo alcuni titoli, dalla saga di Twilight a quella di Hunger Games, dai romanzi di John Green alle facili storie d’amore di Jamie McGuire o al megaseller di questi giorni After, passando per i fenomeni italiani Moccia o D’Avenia, sembra che improvvisamente si sia scoperchiato un vaso di Pandora che sforna uno dietro l’altro prodotti capaci di dominare le classifiche internazionali per mesi, vendendo milioni di copie non solo ai giovani a cui sono diretti, ma anche agli adulti.

E pensare che fino a pochissimi anni fa le pur validissime collane nate in Italia proprio per adolescenti non avevano avuto nessun riscontro, e ora sono il settore trainante dell’editoria, e uno dei pochi in crescita economica costante…

Questa nuova situazione, non certo momentanea, muta totalmente le carte in tavola per chi lavora sul rapporto tra adolescenti e lettura, a scuola e in biblioteca.
Fatta salva la validità delle proposte classiche, è chiaro che per poterci arrivare con maggior successo e incisività è sempre più necessario almeno conoscere questi titoli di enorme diffusione, per indagarne temi e direzioni, e riflettere sull’immaginario collettivo da cui sono nati e che stanno veicolando, anche in vista di una costruzione di percorsi di lettura più ampi e variegati: cosa raccontano davvero i futuri distopici di The giver,  Hunger Games,  Divergent? Perché questo ritorno dei vampiri? E come mai nell’ondata sempre più massiccia di ritorno al “rosa” si sono consolidati vecchi e terribili stereotipi sul ruolo di maschi e femmine?

A partire da queste domande si svilupperanno percorsi di lettura sui migliori testi in circolazione, sui grandi autori, e si proporranno riflessioni e possibili metodologie da adottare in classe, in biblioteca, nell’incontro con i ragazzi: è infatti prioritario tornare ai fondamentali, a quei pochi grandi autori (Almond, Burgess, Chambers, Murail, per esempio) che hanno scritto pensando a questa specifica fascia d’età splendidi romanzi, che dovrebbero essere presenti in tutte le biblioteche, e anzi entrare anche tra le proposte della scuola, divenendo patrimonio comune, e non solo dei pochi addetti al settore.

MODALITA’ PRATICA DI ATTUAZIONE:

L’aggiornamento, che si svilupperà in una intera giornata di lavoro (14 ottobre 2017), e che ha l’obiettivo di fornire strumenti sia teorici che operativi per promuovere la cultura tra i giovani della fascia 13-17 anni, prevede una costante interazione con i partecipanti, perché dal confronto nascano nuove letture e possibili percorsi anche pratici.
Per questo ai partecipanti è richiesta la disponibilità a leggere alcuni titoli prima dell’incontro:

Burgess Melvin, Kill all enemies, Mondadori
Dowd Siobhan, Le rose di Shell, Uovonero

A sostegno dei contenuti proposti, può essere utile la pubblicazione Dove vanno le anatre d’inverno a cura di Hamelin che presenta 17 ritratti analitici con schede delle opere dei maggiori autori internazionali.

Alcuni di quegli autori verranno scelti come riferimenti per trattare argomenti più vasti della letteratura rivolta ai giovani, ad es. Aidan Chambers e il romanzo di formazione, Kevin Brooks e il noir, Philip Pullman e il fantastico…

Contenuti specifici:

Adolescenza e lettura:
– Riflessioni dal punto di vista sociologico e psicologico
– Riflessioni dal punto di vista biologico

Sul contesto:
– Panorama editoriale contemporaneo
– L’immaginario collettivo: i grandi fenomeni, i numeri e il loro impatto, e considerazioni pedagogiche

Proposte di lettura:
– I più grandi autori per adolescenti e giovani adulti, e le opere maggiori
– Percorsi di lettura possibili tra libri, fumetti, film: temi, stili, direzioni
– Metodologia: teoria e pratiche
– Discussione sui testi consigliati, che i partecipanti hanno precedentemente letto