Noccioline – Natale a fumetti

Quest’anno mi sono imposta, giusto per complicarmi la vita, di regalare a tutti i miei amici un fumetto per Natale. Non tutti i miei amici sono amanti del fumetto, quindi sara molto difficile trovare qualcosa di accattivante anche per loro.

Il punto di questo post non sono certo i miei amici, anche perché se rivelassi qui i regali sarebbe un disastro. In compenso però ho pensato di raccogliere qui qualche spunto di regalo a fumetti per qualche regalo last minute più originale di qualcosa di comprato da Tiger.

Il bello del fumetto è che copre tutte le età e tutti i gusti, è apprezzabile persino da chi trova faticosa la lettura del libro per via delle troppe parole.

Per gli amanti dell’arte
Per la prima proposta torno al mio autore preferito: Jiro Taniguchi. Di recente la Rizzoli Lizard ha pubblicato un fantastico artbook delle due settimane che l’autore ha trascorso a Venezia. È nato da un progetto di Louis Vuitton, che ha proposto ad alcuni fumettisti di rappresentare città lontane dalla loro cultura.
Forse sto barando un po’, nel senso che questo non è proprio un fumetto, però Taniguchi è riuscito comunque a rendere il suo artbook una storia. Insieme alle immagini di paesaggi e monumenti ha associato delle frasi e dei brevi racconti riguardanti la vita dei suoi nonni che avevano trascorso del tempo in questa città.
Quello che propone è quindi un viaggio grafico in una splendida città, arricchito dalla sua storia personale e con il filtro della sua visione magica del mondo. Di Taniguchi ho già parlato qui.

Per chi si merita un gioiello prezioso
Quaderni giapponesi di Igort non si può definire se non come gioiello. Ogni pagina è un’immagine perfetta ed equilibrata in ogni aspetto. Non stupisce che ci abbia messo anni a creare questi capolavori. Quello che propone con la Oblomov Edizioni è un cofanetto di due volumi giganti in edizione deluxe, che permettono di osservare ogni dettaglio in tutta la sua magnificenza.
Per chi non volesse spendere troppo come me, esiste anche una versione regular (1 e 2).

 

Per chi sogna grandi avventure e le ha proprio dietro casa
Giustamente devo proporre qualche libro meno serioso e adulto perché se no non ci si diverte mai in questa rubrica!
In un epoca di reboot, remake e ristampe, non ho potuto fare a meno di scavare nella mia infanzia per queste due super proposte per bambini e ragazzi.
Per prime le Witch: 5 comuni ragazze dotate di poteri magici legati ai 5 elementi sono chiamate a difendere l’universo, ma allo stesso tempo riuscire a tenere insieme la loro vita privata.La Panini sta riproponendo un omnibus in cui raccoglierà tutti i capitoli della serie, da qualche parte bisogna pur iniziare.
Poi Monster Allergy, edito ora dalla Tunuè. E se i mostri vivessero davvero intorno a noi (più o meno) pacificamente? A quanto pare a BigBurg è possibile. Zick può testimoniarlo perché è l’unico a vederli e ne è pure allergico!

 

 

 

 

Per chi ama la storia contemporanea
Scegliere un titolo qui risulta arduo, in quanto per questo argomento mi verrebbe da consigliare un’intera casa editrice: BeccoGiallo. Propone moltissimi graphic journalism di qualità sugli argomenti di attualità più disparati. Ho comunque deciso di sforzarmi di proporne uno intanto.
Vajont, storia di una diga, racconta la tragedia concentrandosi principalmente sull’aspetto politico. L’avidità e la noncuranza con cui i potenti hanno agito, non preoccupandosi delle coseguenze che le loro azioni avrebbero avuto sulla popolazione e non solo.

Per farsi quattro risate o anche di più
Ad una lista così varia manca qualcuno? Eh beh si, per concludere non posso fare altro che proporre il genio di Charles Schulz. Una lettura valida per ogni età perché ha così tanti livelli di comprensione, che nessuno rimarrà deluso da un regalo del genere. I Peanuts sono sicuramente un regalo fumettoso con cui si va sul sicuro. Anche qui mi trovo in difficoltà a proporre un libro in particolare. Dipende da cosa si vuole privilegiare: se la quantità, la qualità o le dimensioni. Alla fine le strisce sono sempre loro, è questione di preferenze estetiche (cosa che a me personalmente crea un super dramma).

← Previous post

Next post →

1 Comment

  1. Un bel fumetto è proprio ciò che ci vuole. Grazie per il consiglio 🙂

Lascia un commento