Con il libro L’erba magica di Tu Youyou di Xu Lu illustrato da Alice Coppini ed edito da Editoriale Scienza, ho l’occasione di tornare su un tema che mi interessa molto: la divulgazione, scientifica in questo caso, mediata da forme narrative di tipo letterario.

Non so voi, ma io ignoravo l’esistenza della scienziata Tu Youyou, premio nobel per la medicina 2015, prima di aver letto questo libro che racconta la passione della bambina Youyou che poi diventa, seguendo la sua inclinazione infantile, una ricercatrice di medicina, una donna che si vota alla ricerca della cura della malaria applicando le conoscenze della medicina tradizionale cinese.

Tu Youyou è la scienziata che sconfisse la malaria, come recita il sottotitolo dell’albo, e mi piace che a lei sia stato dedicato un libro per bambini che possa non solo raccontare la storia di questa importante donna che è stata bambina a suo tempo, proprio come i lettori che la incontrano oggi grazie a questo libro, ma anche portarci l’esempio di una scienziata donna che ancora una volta ribadisca che il campo delle scienze NON è e non può essere prerogativa maschile.

L’albo mantiene una doppia linea di scrittura: da un lato racconta un storia in forma narrativo-letteraria, dall’altra non nasconde la propria volontà di divulgazione esplicitando informazioni, date e dettagli. Le tavole della Coppini bene si adattano a questa scelta di scrittura assecondando sia la letterarietà della storia della piccola Youyou quanto la parte più propriamente divulgativa del testo. Lo stile si richiama esplicitamente a quello cinese aiutando il lettore ad entrare nell’ambientazione della storia che si svolge, ovviamente, in Cina.

Tu Youyou compare anche tra le donne de Ragazze con i numeri di Vichi de Marchi e Roberta Fulci edito anch’esso da Editoriale Scienza.  Interessante notare, se mettiamo vicini i libri, come cambia l’approccio divulgativo e narrativo a seconda della tipologia del libro e del lettore a cui si rivolgono. Il racconto in terza persona che prende le mosse dall’infanzia di Tu Youyou che compone la narrazione dell’albo illustrato L’erba magica di Tu Youyou è del tutto diverso dal racconto quasi diaristico, in prima persona, delle pagine dedicate alla stessa scienziata nel libro che raccoglie le biografie di scienziate e che si rivolge ad un pubblico di un’età più grande.

Da mesi sto cercando di affinare l’attenzione ai libri di divulgazione perché ritengo siano una possibilità importante: senza avere nulla a che vedere con i libri a tema di cui abbiamo parlato più volte, queste sono opere che volontariamente e con le idee molto chiare utilizzano lo strumento narrativo per mediare un contenuto in maniera onesta e di qualità.