Letture della buona notte: “Il principe tigre”

Chen Jiang Hong, Il principe tigre, Babalibri, 2005.

E’ un po’ che manca la nostra rubrica della buona notte, allora stasera la dedicherò ad un albo per noi davvero speciale, secondo Lara il libro più bello del mondo e forse non va poi tanto distante dalla verità.
Si tratta de Il principe tigre di Chen Jiang Hong edito da Babalibri.
A dire la verità conoscevo quest’albo già da tempo e, così come gli altri dell’autore, l’avevo sempre trovato bellissimo, poetico ma poco adatto a bambini piccoli. Poi, come spesso, la disdetta, un incontro fugace con il libro a scuola all’età di quasi 4 anni grazie ad una super maestra ed è stato amore profondo. Eppure questo albo dalle illustrazioni raffinatissime e straordinarie fatto con inchiostro e colori su seta però non ha colori accattivanti e avvolgenti  né tratti rassicuranti come ci si potrebbe aspettare da un libro che cattura l’attenzione a quell’età. E all’ora qual è il segreto? La tigre…la poesia dell’amore materno…il messaggio che al bambino arriva forte e chiarissimo: se vedi e subisci violenza vorrai solo provocare violenza, se ti ricordi dell’amore allora potrai insegnarlo.
Facile no? E com’è che ancora non lo abbiamo imparato?
Ciò che cattura i bambini è il parallelo tra i cuccioli della tigre, che sono stati uccisi dai cacciatori facendo impazzire la madre di dolore e rendendola pericolosissima per i villaggi, e Wen, il bimbo protagonista figlio dell’imperatore, unico in grado di placare la collera della tigre perchè capace di affidarlesi completamente, come se fosse la sua vera mamma.
Wen diventa un grande principe perché è stato cresciuto da una grande tigre che ogni anno torna a trovare

“Finché un giorno gli porta un bambino. “E’ mio figlio, dice, tienilo con te il tempo necessario per imparare tutto ciò che deve sapere una tigre, solo così potrà diventare un principe”. 

Questo libro è una summa di tutto ciò che è fondamentale per gli uomini e per gli animali: i cuccioli, le mamme, la vita, il rispetto della natura…ecco perché forse siamo davvero di fronte a uno degli albi più belli del mondo!

 
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!