“Margherita a piedi nudi”

Emanuela Nave, Margherita a piedi nudi, Lo Stampatello.

 

Ma i vostri figli e le vostre figlie mettono le ciabatte? Non mi dite di sì perché non vi credo!

Vi credo senz’altro però se mi dite che mettono le scarpe quando escono, anche i miei, su questo non c’è dubbio.

Però immaginate cosa vi sorprendereste a pensare se vedeste una bambina uscire per strada a piedi nudi… Be’ alla vicina di Margherita è successo e ha immediatamente pensato bene di avvertire la mamma.
Ben fatto, credo che tutti, sapendo come rintracciare la mamma di Margherita, avremmo fatto buona opera di spionaggio a fin di bene, naturalmente!

Però la mamma di Margherita non si scompone, anzi, riconosce e conosce la stravaganza di sua figlia e invece di rassegnarsi o arrabbiarsi…la incoraggia. Non certo a prendersi un chioso sotto un piede uscendo a piedi nudi in strada, ma a perdersi nei propri sogni immaginando di essere quella famosa cantante rock che cantava a piedi nudi sì!

Margherita è stata una bambina fortunata, con un grande mamma a cui si deve il sostegno incondizionato alla personalità della figlia e, se è vero che si tratta di un ricordo d’infanzia, l’autrice che ben ci trasporta nella storia di Margherita, la grande Emanuela Nava, lo è stata anche lei.

Margherita a piedi nudi è un bel titolo della piccola serie scritta da Emanuela Nava e illustrata da Desideria Guicciardini, non proprio due nomi a caso nel panorama della nostra editoria per l’infanzia, edito da Lo stampatello. Da Natale pensavo di raccontarvelo, spero almeno di avervi incuriosito,  un libro che abbiamo regalato con ottimo successo ad una bimba di 5 anni che ha proprio bisogno che le si dica che si crede fortissimamente nelle capacità dei suoi sogni e della sua mente. Lo Stampatello direi è l’unica casa editrice che di propone programmaticamente di raccontare storie di bambini, uova, donne e famiglie a cui vengono lasciate aperte tante possibilità di azione, alcune a cui spesso non ci verrebbe di pensare immediatamente.
Nel panorama italiano la presenza di questa casa editrice è importante, per quello che pubblica ma soprattutto per la qualità con cui lo fa, che siano albi illustrati i piccoli testi narrativi come nel caso di Margherita; questa settimana hanno lanciato un crowd founding per riuscire a pubblicare i due prossimi titoli che vengono dall’estero e di cui non riescono a sostenere i costi, curiosi? Andate qui, sul sito di Produzioni dal basso, leggete di che si tratta, comprateli in anteprima per garantirne la stampa come abbiamo fatto noi e lo saprete!

Perché l’economia non può essere l’unica logica e l’esistenza di queste piccole grandi case editrici va garantita per la qualità dei libri che fa!

Teste fiorite Cookie Consent with Real Cookie Banner