Piccolo breviario delle edizioni per l’infanzia: P R S

Penultima puntata del nostro mini alfabeto delle edizioni per l’infanzia, oggi siamo alla P R e S (se vi vengono in mente case editrici con la Q ditemelo per piacere!!), per le puntate precedenti seguite le lettere…
A B C
D E F
G I J K L
M N O

PaniniRisultati immagini per panini ragazzi Panini vuol dire Pimpa, Giulio Coniglio, Hervè Tullet, “Zerotrè” e con questo mi pare che siamo a posto, siamo di fronte ad un grande marchio che lavora con un ottimo ritorno commerciale e tuttavia con una buona qualità delle proposte nonostante alcune collane rispondano a delle logiche strettamente legate al marketing. Le pubblicazioni Panini sono rivolte sostanzialmente alla fascia d’età prescolare.

Parapiglia: è una piccola casa editrice dedicata all’infanzia che sta ripubblicando molti testi delle storiche nuove edizioni romane della Armando. I libri storici vengono rivisitati nella vesta grafica e iconografica e ridanno loro nuova vita rimettendoli in commercio, una buona operazione di cui probabilmente c’era bisogno.

Piemme: Ovvero Battello a vapore per quanto riguarda la narrativa per bambini e ragazzi, inutile dire che è forse il marchio più venduto per la fascia d’età scolare perché presenta in catalogo titoli ed intere collane basate su logiche direi quasi esclusivamente commerciali. Geronimo Stilton tanto per dirne una con tutte le infinite varianti che in questi anni ha prodotto, dalla rilettura dei classici alla scrittura al femminile della cugina Tea Stilton, e poi “La scuola di danza” e “Gol” tanto per non stereotipare o confondere i generi di lettura (e ovviamente non intendo i generi letterari ma i generi maschio e femmina). Non mancano certo titoli di buona qualità nel vastissimo catalogo, nè nego un qualche spunto interessante anche nelle collane che a volte tornano “utili” a catturare i non-lettori, il problema è che poi…creano dipendenza da semplificazione e da lì non li schiodi più e i non-lettori diventano lettori-esclusivi il che non è poi tanto meglio…Di buono il battello a vapore ha, come tantissimi altri marchi, ma l’idea geniale iniziale si deve alla Elle, l’indicazione delle fasce d’età definita per colore per cui ogni bambino può facilmente individuare i titoli alla sua portata.

Principi e Princìpi: Questa piccola particolare casa editrice nasce da e con una vocazione per il design ed infatti produce esclusivamente testi illustrati, di preferenza si rifà a testi o favole classiche a cui accosta nomi di importanti illustratori o designer o artisti. I loro titoli sono sempre molto curati sotto ogni aspetto, alcuni albi sono molto interessanti anche per i bambini abbastanza piccoli, come ad esempio Evelina verde mela, altre collane invece mi pare ammicchino ad un pubblico sensibile alla bellezza e particolarità dell’edizione e direi anche in maniera meritoria, una bella edizione è sempre una bella cosa!

Rizzoli: Con Mondadori, Giunti e Feltrinelli, Rizzoli è un colosso della nostra editoria e come sempre ci andrei con i piedi di piombo. Nei decenni e con la fortuna commerciale questi enormi marchi hanno perso o dimenticato la loro vocazione iniziale e tendono a pubblicare con logiche commerciali e di profitto, il che di per sè non è detto che sia negativo se non fosse che in Italia i libri brutti tirano di più dei belli tra quei già pochi lettori che ci sono! Data la mole naturalmente spiccano titoli ed autori di grande valore e pregio tra cui il nostro italiano Matteo Corradini che a me piace moltissimo, la Deutremer con i suoi preziosissimi albi illustrati ed altri. Tendenzialmente sulla qualità del testo mi fido di più che degli albi illustrati per queste grosse case editrici. Se vi può interessare vi segnalo una riflessione ironica assai interessante di Corradini sul signor Rizzoli dall’eloquente titolo L’editore non esiste.

Rrose Selavy: Questa casa editrice è davvero qualcosa di difficile da definire, bella ed eclettica non l’ho ancora inquadrata bene. Già il nome è tutto un programma: lo mutua da Duchamp che lo usò come pseudonimo e pensando all’artista e alle sue opere direi che se Rrose non è solo Duchamp, non è nemmeno solo una semplice casa editrice ed in quato tale assai difficile da inquadrare. Vincitrice del premio Andersen 2013 come migliore progetto editoriale propone libri di poesia e narrativa illustrati di grande bellezza con copertine inconfondibili, nell’ancora piccolo catalogo già compaiono autori come Tognolini, Pericoli e Piumini.

SalaniRisultati immagini per salani editore Questa è una grande casa editrice che nel 2012 ha festeggiato i 150 anni e che è cresciuta nel tempo senza perdere la propria caratteristica di produttrice di bei libri di narrativa per bambini e ragazzi. Siamo decisamente esclusivamente nella fascia scolare con solo testi di narrativa, la collana storica che tutt’ora propone i titoli più interessanti è quella degli “Istrici” a cui da qualche anno fa da preludio quella degli “Scriccioli” della Nord-sud appartenente allo stesso gruppo editoriale. Harry Potter le ha probabilmente dato quella visibilità di massa che forse ancora le mancava e ormai da anni credo che i titoli della Rowling da soli reggano bene la casa editrice come tiratura e vendite. Da diversi anni al marchio Salani è collegato anche per nome quello dei Magazzini Salani in cui si declina la parte…fumettistica il merchandising del gruppo, tutte quelle borse magliette ecc. di Mafalda, Piccolo Principe e gatti sono opera loro così come però anche le carte sulle attività da fare con i bambini ed alcuni volumi dei Peanutz.

San PaoloRisultati immagini per san paolo edizioni Già il nome vi dice tutto, siamo di fronte a una delle più importanti case editrici schiettamente cattoliche come importazione e messaggio. Prendo naturalmente solo in considerazione la parte editoriale dedicata a bambini e ragazzi che presenta anche dei titoli di buona qualità, ma tendenzialmente questo marchio mi lascia perplessa perché…so sempre cosa mi vuole dire, le storie che pubblica, quando non i libri che progetta di sana pianta appositamente, hanno sempre un forte impianto “dottrinale”, alcune pubblicazioni poi mi puzzano di ricercato per cui ultimamente hanno pubblicato un piccolo albo illustrato scritto niente di meno che da Ravasi. Ma, senza nulla togliere a Ravasi, ma non è che basti un grande nome per saper scrivere per bambini! Insomma, se fossi in voi maneggerei le edizioni San Paolo con grande rispetto ed altrettanta attenzione a meno che non stiate cercando qualcosa per indottrinarvi di qualche messaggio schiettamente religioso ed allora siete nella casa editrice giusta.

Sinnos  Queste edizioni si caratterizzano per l’attenzione alla multiculturalità, nascono infatti con un progetto legato all’immigrazione. Presenta titoli di diversa tipologia, tutti di buona qualità, negli ultimi anni propone una collana di albi illustrati davvero molto interessante. Altre collane, penso a quelle sulle diverse culture e lingue hanno un impostazione grafica che non rende giustizia alla bontà del progetto e del contenuto ma mi pare che stiano decisamente migliorando anche in questo campo. A Sinnos ci si può rivolgere con tranquillità sicuri di trovare qualità e competenza qualunque problematica interculturale vogliate affrontare con i vostri bambini a casa o a scuola.

SettenoveRisultati immagini per settenove casa editriceNato come progetto editoriale dichiaratamente (sin dal nome) dedicato alla “prevenzione della violenza di genere” propone titoli per bambini e ragazzi esplicitamente pensati in tal senso. Alcuni titoli sono bellissimi altri non capolavori ma ugualmente di buon livello ed importanti per poter scardinare pregiudizi e meccanismi di genere. Una piccola e nuova casa editrice importate visti gli anni che ci tocca vivere di cui ci sarebbe piaciuto fare a meno, non per i libri che sono molto interessanti e spesso belli, ma perchè avrei sperato che nel 2015 non si dovesse tornare ai progetti d’impostazione di genere che sembravano avessero dato buon frutto negli anni Sessanta e Settanta.

Stampatello  Dulcis in fundo per questa tranche Lo Stampatello che in questi giorni sta facendo parlare di sè più di quanto sperasse e, credo, volesse, visto che i suoi titoli sono sempre al centro di qualche polemica e sempre inutilmente (come accade solitamente in caso di polemica). Lo stampatello è un progetto editoriale indipendente nato qualche anno fa per dar voce in forma di libro per bambini alla realtà delle famiglie monoparentali ed in generale delle nuove situazioni familiari. Da qui le polemiche ottuse sui libri per i gay e stupidaggini del genere. Lo Stampatello pubblica con grandissima difficoltà libri bellissimi, che hanno ottenuto grandi riconoscimenti e che vantano autori ed illustratori illustri come Altan, Desideria Giucciardini, Emanuela Nava e la stessa fondatrice della casa editrice Francesca Pardi. “Parlami in stampatello”, il motto della casa editrice, vuol semplicemente dire parlami di tutto in maniera semplice perché questo con i bambini bisogna fare: raccontare tutto l’esistente, nelle forme e nei modi migliori da qualsiasi punto di vista per l’età a cui si rivolgono e in questo i libri di questa casa editrice centrano il segno raccontando storie di grande rispetto ed amore. Lo stampatello propone albi illustrati per l’infanzia, narrativa per la prima fascia scolare ed anche dei titoli interessanti di divulgazione, una casa editrice che vale la pena conoscere e sostenere.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!