Bologna children’s book fair 2015

Da esattamente 3 ore non imperversa più la più grande fiera del settore dei libri per l’infanzia d’Italia ed una delle più importanti al mondo.

Ieri è stata la giornata di gita di Teste fiorite e siccome è impossibile raccontarvi che cosa è la fiera di Bologna come merita, vi racconto semplicemente la nostra discesa al mondo dell’editoria per l’infanzia in un bellissimo quanto ventoso giorno di aprile.

Non abbiamo potuto seguire i tanti e interessanti incontri ma non ci siamo persi uno stand di quelli italiani e nemmeno stranieri riconoscendo da dove vengono e dove vanno tanti libri che leggiamo e amiamo nella nostra lingua e con i nostri editori ma che fortunatamente tanti bambini di diverse lingue possono incontrare.
Ed in questo l’albo illustrato è impagabile: se tradurre è in parte sempre un po’ tradire, o quantomeno interpretare, l’illustrazione è linguaggio internazionale e potentissimo che arriva diverso negli occhi solo perchè ognuno di noi ha teste e fiori diversi ma non certo per barriere linguistiche. E lo sa bene Ibby che proprio i silent boook ha scelto per lavorare a Lampedusa con bambini di tutte le nazionalità!

Le cose che ci sono piaciute di più ve le racconto con le foto, e chiedo scusa a quelle migliaia che mi verranno in mente nei prossimi mesi e che vi racconterò mano mano. Se arrivate alla fine del post saprete anche che meraviglie mi sono portata a casa!!

Illustrazioni di Chen Yu Lin, Taiwan, dalla mostra degli illustratori

illustrazione di Di Giorgio Mariachiara, Italia

Illustrazioni di Vanda Martina, Italia

Il catalogo della mostra degli illustratori di quest’anno è stato edito da Corraini e lo potete comprare qui, la vincitrice di quest’anno è stata Maisie Shearring di 24 anni, queste le due illustrazioni in mostra.
Passeggiando tra gli stand…
Carthusia

Giralangolo

 

Secop Edizioni

Lapis

I libri di Satoe Tone da Kite

Il gioco di leggere

 Uno stand straniero ci ha straniato per un attimo riconoscendo libri amati in lingue diverse e formati diversi e editi da case editrici diverse!! Il mondo dell’editoria è un labirinto in cui anche i diritti all’estero andrebbero interpretati! Guardate le due foto qui sotto e troverete dei nostro Topipittori, Orecchio acerbo, terre di mezzo, e/o….

 

 Ma anche i nostri cari vanno ingiro, che credete!? Questo è il Marcovaldo di Calvino illustrato da Sanna.

Allo stand dei topipittori penzolava un piccolo albo in ben 4 lingue fatto con pagine di diverse dimensioni un po’ alla Munari del L’uomo del camion Corraini.

Aaaa, Dadà di Germano Zullo e Albertine (gli stessi geni che hanno dato vita a Gli uccelli di Topipittori) qui di seguito è un albo in francese talmente carino ma talmente carino che spero qualcuno ne abbia acquistato i diritti in Italia! Topipittoriii??
E’ la storia di un cavallo che fa il cavallo da corsa ma al tempo stesso si comporta come un umano: insieme alla sua fantina legge seduto in poltrona ecc. e come un umano, quando inciampa durante un percorso ad ostacoli viene portatao da tutti i dottori. Persino sotto la Tac lo fanno passare! Niente, sano come un pesce…eppure al concorso successivo ricomincia ad inciampare almeno fino a quando nello scivolone dopo un ostacolo gli occhiali della padrona gli finiscono per caso sul naso e…indovinate un po? Percorso netto!! Era solo questione di vista! Un paio di occhiali e passa tutto!

un intero stand per i Mumin (in italiano, editi da Giunti Kids) tanto poco conosciuti in italia quanto amati all’estero!

Stand finlandese…per prepararmi al prossimo viaggio in Finlandia!

 Tra i tanti compleanni di quest’anno (150 di Alice nel paese delle meraviglie  – a cui è stata dedicata l’intera fiera – 40 di Pimpa….) Pippi Calzelunghe ne fa 70! Questo lo stand a lei dedicato con i suoi libri in varie lingue!

le novità di Electa Kids
La nuova collana de i Grandissimi delle edizioni El da aggiungere alle belle collane di queste edizioni dai 7 anni d’età!

 Quando l’ho visto da Gallucci non ci credevo: hanno edito finalmente anche Il Barbaro di Moriconi e non lo sapevo!! E’ un altro silent book come Il telefono senza fili ed è meraviglioso! Anna Castaglili gli ha dedicato non un post bellissimo quando uscì in Brasile e vi rimando al suo bellissimo blog Le figure dei libri per godervi il suo post e soprattutto il libro!

Stand di Editoriale Scienza
Lo stand della casa editrice estera che pubblica i libri di Haughton da noi editi da Lapis!
Lavieri

Ai tantissimi libri che mi hanno colpito dedicherò molti post nei giorni e mesi a venire a cominciare da quelli che proprio non ho fatto a meno di portarmi a casa in ordine di “incontro”:

dalla squisitezza e cortesia di Kalandraka e della sua responsabile dalla memoria incredibile Lola Barcèlo: 
Julio Cortàzar, Discorso dell’orso, Kalandraka
Mercer Mayer, Una strana creatura nel mio armadio, Kalandraka (in libreria da maggio…e senno uno che ci va a fare in fiera??!!)
Beatrice Masini, Roberto Piumini, Adriana Paolini, Che rivoluzione, Carthusia. Non è una novità ma visto che non è poi così facile trovarlo ho approfittato! La storia della stampa!!
Annie Groovie, Giochiamo con Léon. Emozioni, Giralangolo. Piccolo cartonato per i piccolini.
Orecchio Acerbo…e non dico altro:
Torben Kuhlmann, Lindbergh. L’avventurosa storia del topo che sorvolò l’oceano, Orecchio Acerbo 2015.
Andrea Bajani, Mara Cerri, La pantera sotto il letto, Orecchio acerbo, 2015 (uscito proprio la settimana scorsa!)
E poi…una chicca autografata…
Fausto Gilberti, Jackson Pollock, Corraini Edizioni, 2015.
Cooming soon.
  

← Previous post

Next post →

2 Comments

  1. Oddio! Un paradiso!!!
    Meno male che è lontano sennò ci avrei lasciato lo stipendio 😉
    In attesa delle tue recensioni ti auguro buona Pasqua ♡♡♡♡

  2. Grazie!
    Più che un paradiso un vero e proprio girone infernale…d'altra parte lo sanno tutti che l'inferno è di gran lunga più interessante!
    Auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!