“Alors?”di Kitty Krowther

La scena si apre in medias res come direbbero nel teatro, c’è una sala, un personaggio simpatico con un cappuccio seduto su una sedia che legge, una finestra aperta da cui filtra la luce. Entra il primo personaggio:”Alors?” “Rien ancor”. E il primo personaggio si mette a fare qualcosa nella stanza; entra il secondo personaggio:” Alors?” “Rien” e anche lui passeggia per la camera ingannando il tempo.

La scena si ripete così parecchie volte, tante che il personaggio che legge non sa più come variare la sua solita risposta…
Non succede ancora niente, nessuno arriva ancora. Le ombre si allungano i protagonisti si affastellano nello spazio della stanza, e dunque della pagina, visibilmente in attesa di qualcosa ma ancora non succ.. Ah no, sento dei rumori, attenzione, tutti pronti!
Eccolo che arriva… et voilà!

Il bambino entra in camera e saluta i suoi giochi che gli fanno festa dopo tanta attesa!
E adesso tutti a nanna, tutti insieme nel lettino, tutti piano piano chiudono gli occhi e accompagnano il loro idolo nel sonno, nel sogno.
Tutti tranne il gufo che da bravo animale notturno veglia sul sonno del bambino e dei suoi amici.

Questo bellissimo libro di Kitty Krowther non è purtroppo edito in Italia ma ve lo racconto perché io mi sono innamorata di questa autrice e di questo albo che è talmente essenziale  nell’illustrazione quanto nel testo che anche se non avete mai bazzicato il francese potete tranquillamente leggerlo! “Alors?” è edito dall’edition di loisir e si trova anche on line, Kitty Krowther ha vinto il vincibile in materia di premi per la letteratura per l’infanzia:   nel 2006 il Grand Prix triennal de littérature de jeneusse, nel 2009 il prix Baobab, remis par le Salon du livre et de la presse jeunesse; e nel 2010 il premio Astrid Lindgren.

Di questa straordinaria autrice in Italia abbiamo editi solo 3 titolo che sono dei capolavori, soprattutto uno per cui ho un debole dichiarato: “Dentro me”  e “L’omino e Dio” entrambi editi da Topipittori e  ‘Io e niente ” pubblicato da Almayer.

Mi piacerebbe che conosceste l’opera di questa autrice straordinaria per godervi l’essenzialità del suo stile che riesce con leggerezza di tratto e senza mai banalizzare i movimenti interiori più complessi che il bambino attraversa necessariamente. Dagli orchi di “Dentro me” con cui davvero si ha l’opportunità di entrare in territori dell’animo inesplorati alla preparazione al viaggio notturno con questo dolcissimo “Alors?” con cui vi auguro la buonanotte da Parigi.

Un pensiero su ““Alors?”di Kitty Krowther

  • 26 Maggio 2015 in 10:53
    Permalink

    Libro fantastico, che ho avuto modo di conoscere grazie ad Anna Castagnoli e al suo corso dedicato all'albo illustrato. Un'autrice questa davvero notevole!

I commenti sono chiusi.

Teste fiorite Cookie Consent with Real Cookie Banner