Leggere in vacanza: dai 13 anni in su, la soglia dell’adolescenza

Questo è un post da ragazzi grandi, sui libri per i grandi, ma grandi grandi!

Perché a 13 anni si è davvero in un’età di transizione, non si è più bambini (anche se a volte si vorrebbe ancora esserlo) e non si ancora adulti (anche se a volte si pensa già di esserlo o, peggio ancora, li si tratta da adulti, almeno per alcune cose).

Io la ricordo come un’età di grandi scombussolamenti e grandi sofferenze, saranno gli ormoni o il tempo che passa ma l'”età delle medie” – già il nome è tutto un programma – è forse la più difficile da affrontare, quella in cui la solitudine, nonostante le varie forme di socialità reale o apparente, morde di più e si vorrebbe solo esser lasciati in pace e allo stesso tempo sapere che qualcun’altro vive quello che stai vivendo, che certe emozioni uniche sono davvero uniche perché ci sono solo a quell’età ma qualcuno è riuscito a raccontarle, proprio come se fossi tu!
Anche la scoperta di punti di riferimento, di piccolo “miti” aiuta e sostiene in questi anni, e tanti sono i bei libri che si possono incontrare in questo periodo e che davvero possono in qualche modo cambiarci la vita o almeno segnarci una strada, accompagnarci sulla nostra, qualunque essa sia.

La fascia d’età dai 13 anni in su, specie in su, è quella in cui l’abitudine alla lettura, anche per chi ce l’aveva, si perde, le fila della narrazione si perdono ma è proprio qui che bisogna catturare con letture adatte, che rispecchino perfettamente i gusti e la maturazione interiore di ciascuno.

Sulla soglia dell’estate ecco qualche idea di lettura di grandissima qualità e in cui sicuramente ciascuno potrà ritrovare un pezzetto di se stesso, il solo problema (solo si fa per dire) è riuscire a proporre questi libri come se….  il lettore destinatario ci arrivasse da solo… riducendo a niente l’intromissione dell’adulto che consiglia….difficilissimo…. a voi la ricerca della strategia migliore.

Una cosa però forse vi può aiutare, ed è nuova anche per me: molti dei libri che vi segnalerò hanno la versione ebook. Come potete immaginare sono una feticista della carta però credo che a partire da questa età, ed in occasioni come queste vacanziere, l’uso dell’e-reader possa avere un suo senso: innanzitutto perché permette di portarsi dietro una scorta di libri con pochissimo peso (il che non è assolutamente male specie per quei ragazzi, e ce ne sono, che leggono davvero tanto), ma anche perché forse il mezzo più “moderno” e tecnologico potrebbe mediare l’impatto talvolta difficile con l’oggetto libro. Poi c’è da dire che gli e-reader hanno una leggibilità ottima grazie all’inchiostro elettronico che non stanca gli occhi e permettono di allargare il carattere a piacere consentendo una lettura comoda anche a chi ha problemi di vista o di dislessia. Naturalmente l’e-book ha di negativo che non ci fa entrare in libreria né in biblioteca (anche se alcune biblioteche si stanno organizzando in questo senso) ed è per questo che il suo uso va modulato…per le vacanze secondo me va benissimo, e se avete finito i libri, siete su un’isola sperduta senza librerie ma con una connessione wireless che ormai non si nega a nessuno potete anche acquistarveli nell’etere!

Bando alle ciance ed ecco qui:

Ciao tu. Indovinami, scoprimi, sappimi. bellissimo romanzo epistolare (la forma epistolare  – ce ne sono anche in formato “e-mail” come Le ho mai raccontato del vento del nord di Daniel Glattauer – a quest’età attira come la carta moschicida) scritto a due mani da Roberto Piumini e Beatrice Masini (due mostri sacri della letteratura per ragazzi italiana) edito da Rizzoli BUR, perfetto per chi esce dalla terza media e sta per entrare alle superiori. Una storia d’amore e molto di più che si legge tutta d’un fiato! Disponibile anche in e-bookRisultati immagini per ciao tu libro

Di tutt’altra fatta ma avvincente e perfetto è L’estate del Lianto scritto da Antonio Faeti per la collana “Gli anni in tasca” di topipittori dedicata a grandi autori legati al mondo della letteratura per ragazzi che raccontano la loro infanzia e adolescenza, le loro avventure e le loro estati. Il giallo della realtà guardata con gli occhi dell’immaginazione.   Topipittori - L’estate del lianto - copertina

David Larochelle in Io no!…. o forse sì edito da Biancoenero (ad alta leggibilità) racconta il coming out di un adolescente con uno sguardo ironico e divertente!  Coverbassa

Di Biancoenero edizioni vi segnalo anche qualche altra “chicca” che vale la pena cercare: Marzo Franzelli, Ottox100, dedicato ai più grandi centometristi della storia da Owens a Bolt che sicuramente avvincerà i ragazzi e le ragazze appassionati/e di sport, e gli ebook dei classici in versione alta leggibilità che potete comprare e scaricare qui.

 8 X 100 Lo strano caso del Dr. Jekyll e di Mr. Hyde (eBook audio)

Caso editoriale che vale la pena leggere e di cui da pochissimo è uscito una sorta di sequel (che in realtà sequel non è ma si tratta della stessa storia vista dal punto di vista dell’antagonista) e Wonder di R. J Palacio edito da Giunti. Il nuovo invece si intitola Il libro di Julian e sono entrambi disponibili in e-book.   

Per gli appassionati di fantasy, non è una novità ma io ho adorato L’ultimo elfo di Silvana Gandolfi che vi ho raccontato qui

Dulcis in fundo due novità: Nemmeno con un fiore del bravissimo Fabrizio Silei (edito da Giunti) che qui si confronta con il tema della violenza domestica Risultati immagini per nemmeno con un fiore silei e Se tu fossi qui, il libro che quest’anno ha vinto il premio andersen per la fascia oltre i 12 anni e in cui si respira un’aria da romanzo di formazione, avventura che per l’ambientazione ricorda il film Stand by me. Entrambi sono disponibili anche in ebook. Se tu fossi qui Libro di  Davide Rondoni

Poche proposte, tantissime altre se ne potrebbero fare anche tra i famigerati classici che i giovani si dice che non amino ma che sicuramente amerebbero se trovassimo la chiave giusta per farglieli avvicinare, ma questa è un’altra storia, forse un altro post. Quello che è certo è che questi libri che vi propongo oggi hanno tutti una caratteristica comune: la qualità della scrittura indiscutibile e imprescindibile che li rende adatti ad i ragazzi ma che ameremmo anche da adulti. Come i piace ricordare sempre: la letteratura per ragazzi è come l’altra però più difficile: i grandi libri per ragazzi sono quelli che puoi leggere a qualsiasi età e perdertici dentro, dei libri per adulti assai di rado si può dire che sono in grado di parlare ad un ragazzo!

Teste Fiorite