fbpx

Libri per ragazzi: i ragazzi leggono

Qualche pomeriggio fa ho incontrato un bel gruppetto di adolescenti…teenager…insomma di ragazzi tra i 13 e i 15 anni, ci siamo trovati per parlare i libri il che di per sé è una cosa piuttosto straordinaria, per quell’età, e per iniziare insieme un piccolo percorso di lettura e racconto di libri per ragazzi e “giovani adulti” come si chiamano in gergo.

Nel gruppetto, di per sé sui generis, che discuteva eccitatissimo di libri facendo a gara a chi ne aveva letti di più e di più lunghi, c’era un ragazzo un po’ mogio che forse un po’ a disagio in quel momento, mi ha detto “Io non leggo mai”.
Poi si è sentito in dovere di aggiungere “So leggere! Ma non leggo mai.” Gli ho semplicemente risposto che, probabilmente, non aveva ancora trovato il genere di libri in grado di farlo cadere dentro a capofitto.
“Hai mai provato con i graphic novel o con un albo illustrato?” gli ho chiesto.
L’impatto con la scrittura e lettura mediato dall’immagine può di molto agevolare chi ha un blocco davanti alla pagina fitta fitta di parole, senza in alcun modo abbassare la qualità delle storie e dell’oggetto libro se si scelgono, va da sè, libri di qualità.
Mi è sembrato che tutti, anche i lettori accaniti, siano cascati dalle nuvole all’idea che esistano albi e libri con le figure e fumetti di alto valore narrativo e letterario per la loro età. La cosa un po’ mi ha stupito e un po’ mi ha ancor più radicata nella convinzione che molto lavoro si può fare per promuovere la lettura con i ragazzi più grandi! Il punto credo sia, uno dei tanti, s’intende, che chi legge lo fa per passione personale, per imprinting, cercando da solo cosa leggere, ma nessuno li segue in queste scelte in maniera discreta competente – e mi permetto di aggiungere – aggiornata per proporre a ciascuno qualcosa che vada bene a lui, proprio a lui come individuo e ragazzo o ragazza. Valutare chi dovrebbe farlo non è mio interesse adesso, mi limito a rilevare un problema che loro stesso hanno sollevato: ovvero la carenza di librerie in cui andare a cercare e magari farsi consigliare. Se il primo tramite sono i consigli di Amazon pensate che fatica che fanno questi ragazzi lettori a barcamenarsi tra prodotti di qualità o meno, e pensate quanti potenziali lettori si stanno perdendo!
La promozione della lettura infatti, quando si riesce a fare in modo serio, riguarda principalmente le fasce di età basse, i piccolini e la scelta è quanto mai opportuna, però non c’è motivo per cui man mano che si cresce si viene sempre più abbandonati su questa strada quando invece la pre-adolescenza e l’adolescenza sono territori in cui bisognerebbe davvero cercare di far breccia e la lettura in questo può far molto e non molte solo le realtà che lo sanno fare. Una però c’è e magnifica da cui non c’è che da prendere esempio: XANADU comunità di lettori ostinati progetto che Hamelin associazione culturale da anni porta avanti al motto di #iragazzileggono.

Ai ragazzi e alle ragazze che leggono, ai loro amici che non leggono mai va questo primo piccolo contributo di oggi.

E’ un post compilativo, lo ammetto e mi scuso, ma vuole essere solo un piccolo primo impulso per loro per incontrare tipologie di libri diversi.

In linea di massima le case editrici che più propongono una produzione di alta qualità per adolescenti e giovani adulti nel campo dell’albo illustrato e del graphic novelo sono indubbiamente Orecchio acerbo, Logos e Bao Publishing, andate sui loro siti e scoprirete un’offerta davvero per tutti i gusti!

Di seguito qualche titolo di albo e graphic novel alcuni dei quali consigliati da Roberto Denti nel saggio incluso nella raccolta Raccontare ancora a cura di Silvia Blezza Picherle, Vita e pensiero 2007.

L'uomo notte  Dominique Bertail, L’uomo notte, Orecchio acerbo, 2006. Neil Gaiuman, Dave McKean, I lupi nei muri, Mondadori.

 Neil Gaiuman, Dave McKean Il giorno che scambiai mio padre per un cappello, Mondadori.

Neil Gaiuman, Dave McKean, La tragica commedia o la comica tragedia di Mr. Punch, edizioni DB

Janet la storta Robert Louis Stevenson, Maurizio Quarello, Janet la storta, Orecchio acerbo.

Mai scommettere la testa con il diavolo Edgar Allan Poe, Giacomo Garelli, Mai scommettere la testa con il diavolo, Orecchio acerbo.

La notte di Q Michael Reynolds, Maurizio Quarello, La notte di Q, Orecchio acerbo.

 Brian Selznick, La straordinaria invenzione di Hugo Cabret, Mondadori.

Da ieri poi, per i potterologi e per quelli che non hanno mai avuto il coraggio di affrontare i tomi della Rowling, è uscito Harry potter e la pietra filosofale in albo illustrato con illustrazioni di Jim Kay, edito sempre da Salani, potete vederne una presentazione qui.

Come vedete giusto un assaggio, qualche spunto da cui partire a cercare ognuno la propria strada di lettura ricordandosi sempre, come diceva Castaneda che…

Ogni via è soltanto una via.

Non è un affronto a voi stessi o ad altri abbandonarla, se è questo che ti suggerisce il cuore.

Ma la decisione di continuare quella strada, o di lasciarla, non deve essere provocata dalla paura o dall’ambizione.
Ossercate ogni strada attentamente e con calma.
Provate a percorrerla tutte le volte che lo ritenete necessario.
Poi rivolgete una domanda a voi stessi, e a voi stessi soltanto: questa strada ha un cuore?

Carlos Castaneda, Gli insegnamenti di don Juan, Rizzoli.

E non vale solo per le letture!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!