Elogio di un gruppo di lettura

Come ormai sapete da oltre oltre un anno e mezzo qui a Venezia abbiamo un gruppo di lettura dedicato alla letteratura per l’infanzia. L’abbiamo chiamato “Libro peloso” perché ha preso vita quando pef e il mostro peloso hanno felicemente celebrato 25 anni di divertimento per i bambini. L’anno scorso, 2014-2015, il gruppo era, con mia somma gioia, ospitato in Biblioteca Bettini e Caterina Bovo, la responsabile della biblioteca mi accompagnava nell’avventura. Da settembre siamo invece in un’altra sede, mi accompagna Adolfina de Marco (che per questo blog cura la rubrica “il lunedì di Dahl). Il gruppo è partito in contemporanea con i gruppi di LIA (leggere insieme ancora) sparsi per l’Italia ma dopo il primo incontro a tema ” Lupo” il libro peloso ha unanimemente deciso di proseguire la propria strada autonomamente e ci siamo organizzati così:
Risultati immagini per gruppo di lettura libro peloso

Ci troviamo il primo sabato del mese da ottobre a giugno

Trattiamo ogni volta un tema diverso scelto a turno da una delle nostre “libro se” ovvero le adepte del libro peloso (noto con amarezza che in queste occasioni così come durante i workshop la componente maschile è pari a zero…).
Per poter dare spazio a tutte, e siamo tante, il gruppo si aggira tra le 12 e le 17 presenze per volta ( e credo siano numeri di tutto rispetto per un gruppo di lettura) abbiamo scelto di privilegiare il lavoro sugli albi illustrati che per natura permettono di essere presi interamente in considerazione durante ogni incontro.
Le componenti che rendono questo gruppo bello e forse un po’ diverso è la svelta di voler privilegiare una lettura tematica, solitamente invece i membri di un gruppo leggono tutti uno stesso libro su cui poi si confrontano.
Noi no.
Noi facciamo una brevissima introduzione al tema che lo collochi in un qualche contesto di riferimento e quindi possa dare degli strumenti ed elemento in più per le letture e poi ciascuna di noi presenta il libro che ha scelto. La discussione si fa nel tempo sempre più ricca e raffinata perché tutte le componenti del gruppo hanno in approccio diverso (abbiamo insegnanti, educatrici, architetti, pediatri…) che moltiplica i punti di vista e gli spunti interpretativi.
Potete ritrovare il racconto di ciascun incontro del libro peloso su questo blog se siete curiosi.
Visto che continuiamo ad avere persone che entrano nel gruppo e anche dato il buon livello a cui tutti stiamo arrivando nella capacità di valutare i libri che portiamo abbiamo deciso di dedicare due incontri (lo scorso del 4 marzo e il prossimo del 2 aprile) ad individuare le caratteristiche dell’albo illustrato di qualità.

Il tema quindi per questi mesi è emerso da una necessità del gruppo di acquisire e riuscire a riconoscere quegli elementi oggettivi che, a prescindere dai gusti legittimo di ognuno, ci permettono di riconoscere la qualità di un albo illustrato.
Insomma, dopo alberi, acqua, elementi d’arredo, bruttezza, musicalità , silent book, sfondi e chi più ne ha più ne metta, marzo e aprile del libro peloso sono dedicati a…gli attrezzi del mestiere di lettore!
Ne verranno fuori indicazioni interessanti, seguiteci qui e ne farete tesoro, naturalmente se passate o siete a Venezia vi aspettiamo il 2 aprile al circolo culturale Paolo Peroni di Santa Margherita!

← Previous post

Next post →

1 Comment

  1. tema interessante davvero! Attrezzi del mestiere…. forse copiamo! ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!