“Un guantino di lana”. La rubrica del lunedì di Adolfina De Marco

Buon anno e ben tornati!!
Apriamo il 2017 con la rubrica di Adolfina De Marco del lunedì!
A gennaio i lunedì saranno dedicati…al bianco così compensiamo questo inverno senza neve!


Un guantino di lana è un racconto ucraino scritto da Diane Barbara e illustrato dal francese Frédérick Mansot, pubblicato per i tipi Mottajunior nella collana Le Cornamuse.

Un racconto straordinario che mette in evidenza gli egoismi (perché sono più di uno) degli esserei umani ma trasposti negli animali per tracciare un tragitto -non proprio diretto- tra noi e quello specchio che ci ricorda sempre di buttare un occhio per guardare come siamo.

La vicenda si svolge nella lontana Siberia, in un tempo remoto; in uno squarcio tra cielo e terra un omone spunta frettolosamente dallo scenario niveo e percorrendo il suo tragitto smarrisce un guanto rosso, di lana. Un oggetto così si vede subito e offre un caldo ristoro agli animali che, uno alla volta, passano tra le pagine del racconto ed esprimono i loro pensieri in merito al guantino. Prima il topolino, poi la rana e la civetta ma anche volpe, coniglio, cinghiale e orso, cercano di trovare un angolo di caldo senza curarsi delle possibili conseguenze. Ormai lo spazio occupato era veramente poco ma nessun animale era disposto a rinunciare. Con l’arrivo di una formichina, silenziosa, la misura arrivò al limite e il guantino scoppiò in tanti pezzi lasciando gli ospiti del guanto in mezzo alla neve gelata.
Il finale è aperto, l’autrice ci lascia con questa frase: “La storia non ci dice come andò a finire, ma…” che apre la strada a possibili soluzioni.

In aggiunta al valore di questo insolito finale c’è anche il CD audio della storia con la voce narrante di Elsa Agalbato e le musiche di Eric Slabiak, per i lettori aurali.

Le illustrazioni seguono il ritmo temporale del racconto mettendo a disposizione del lettore sfondi acquerellati sui quali giocano toni chiari e scuri di una terra, la Siberia, che ha poca dimestichezza con il calore.

Un guantino di lana è un racconto che si definisce semplice quando per semplice si intende che esprime con pochi elementi un messaggio riconoscibile da tutti.
Teste Fiorite