“Maydala Express” al lunedì del lunedì di Adolfina de Marco

Benvenuti in aprile!

Abbiamo pensato con Adolfina che dato il tema ghiotto l’utopia continua anche in aprile!

Avete mai sentito parlare del treno Maydala Express?  

Di questo misterioso treno ci racconta un consumato duo di scrittori – Pierdomenico Baccalario e Davide Morosinotto- in un romanzo edito da Piemme per la collana “Il battello a vapore”, illustrato da Matteo Piana.

Il Maydala Express è un treno piccolissimo che fa un solo viaggio all’anno. Destinazione? Dove ognuno desidera andare, l’importante è sapere dove si vuole andare!

L’avventura della piccola Finally, orfana, inizia con una scommessa: riuscire ad entrare nelle cucine dello chiccosissimo ristorante Forchetta d’Oro, rubare un mestolo e portarlo a Nick il Secco senza essere catturata dal cuoco. Finally vive in un vagone di treno della società Speedster assieme ad altre bambine orfane; il suo sogno è diventare meccanico ed entrare nella squadra di Nick il Secco; se riuscirà a portare il mestolo potrà realizzare il suo sogno, altrimenti continuerà a pulire i marciapiedi delle stazioni assieme alle altre ragazzine. Preso il mestolo e sfuggita all’ira del cuoco, Finally arriva trionfante davanti a Nick  ma si accorge che il mestolo non c’è più e al suo posto c’è un pezzo di carta piegato. Delusa e sconfitta Finally si rifugia nel suo vagone dormitorio, si avvolge negli stracci per dormire ma si accorge che il pezzo di carta è il biglietto per un viaggio straordinario la cui destinazione sembra essere ignota. Ad aiutarla ci pensa l’anziana signora Gwendy che le dà precise indicazioni per raggiungere il trenino. Al baracchino di vendita dei biglietti del Maydala Express c’è un cartello che informa i possessori di biglietti di presentarsi il giorno dopo a mezzogiorno al binario 1001, ma Finally, che conosce bene la stazione, sa che ci sono solo 1000 binari.

E’ un viaggio veramente straordinario quello che compie Finally, fatto di pensieri travolti dai fatti e rimodellati dalle emozioni. Un viaggio che conduce alla libertà e alla conoscenza, la più alta delle conquiste. Non sveleremo il finale di questo racconto ma lasciamo al lettore la voglia di salire sul Maydala Espress assieme a Finally ricordando quanto recita la quarta di copertina:

”Se vi capita di perdere tempo senza un motivo preciso. Se vi piace gironzolare per la vostra città o esplorarne una sconosciuta. Se avete capito nel profondo che l’importante non è arrivare da qualche parte ma viaggiare…Allora questo libro è fatto apposta per voi”.

Teste Fiorite