IL Concerto dei Bambini di Lorenzo Tozzi

 
 “La musica è forse l’unico esempio di quello che avrebbe potuto essere – se non  avessimo avuto l’invenzione del linguaggio, la formazione delle parole, l’analisi delle idee – la comunicazione delle anime.” Marcel Proust
 
Ormai lo sapete, ma non ci stanchiamo di ripeterlo. Una delle cose che muove Teste Fiorite è il desiderio fondamentale di riconoscere a bambine e bambini la dovuta dignità, qui e ora, per quello che sono oggi, e non per ciò che potranno diventare domani.
I bambini sono nati per leggere. Sono nati per ascoltare.
“La musica apre il cassetto dei sogni con la sua chiave di violino”, è il titolo di una foto scoperta per caso, preso da una citazione attribuita ad un anonimo pensatore. Ecco, la buona musica ha un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno di noi, e questo vale a maggior ragione per i bambini.
Canzoni, melodie, ritmi ascoltati si sedimentano nel bambino, attraverso l’attivazione di specifici processi neuronali.
Proprio stamattina l’amica Sonia Basilico , parlando di questioni filosofiche per piccolissimi, ha scritto su un suo post “la voce dell’adulto serve a porre delle domande, per far rimbalzare autonomamente le riflessioni del bambino.
Sempre secondo questo spirito, credo che sia dovere dell’adulto proporre musica e canzoni di qualità, lasciando che sia il bambino a cogliere il più possibile da quella musica, non necessariamente per imparare (che vien da sé, come naturale conseguenza ) ma anche e soprattutto per deliziarsi , divertirsi e sperimentare, all’insegna della bellezza.

“Una canzone per bambini dovrebbe essere per tutti! Accogliente e delicata, dovrebbe sapere di vita di tutti i giorni ma anche di vita immaginaria o di storie surreali ! Essere semplice ma non banale!” L.Tozzi
Lorenzo Tozzi è una di quelle persone che riflette perfettamente l’idea che ci si è fatti di lui, ascoltando le sue canzoni.
Autore reale delicato, rispettoso, accogliente.
Non solo, è una di quelle persone che ha davvero a cuore il benessere dei bambini, e lo dimostra con i fatti.
Abbandonato il didatticismo, propone melodie pulite, semplici e raffinate eco primordiale del meglio dei cantautori cari a tutti noi.
Perché io, ogni volta che ascolto Lorenzo, non riesco a non pensare a Faber , Brassens , Boris Vian, Tenco, Capossela.
Non entro nel campo della critica musicale, perché non mi compete, ma
da appassionata di musica prima e da mamma poi, ho sempre fatto fatica ad accontentarmi delle banali proposte per bambini più diffuse.
Ho scoperto Lorenzo grazie a Bruno Tognolini (Bruno Tognolini e la musica è un tema che merita di essere approfondito, ma ve ne diamo un assaggio qui).
Il Concerto dei Bambini è un evento che mi sta particolarmente a cuore, perché sono certa che l’ascolto delle canzoni di Lorenzo Tozzi sia propedeutico alla scoperta della musica migliore, quel linguaggio universale che esalta i sensi e lo spirito, unisce e ci avvicina.Questo è quello che vogliamo proporre il 3 dicembre con Lorenzo, in collaborazione con Mammemamme e il Teatro dei Frari che ci ospita:
un concerto desiderato, pensato e realizzato per i bambini.
Riproponiamo un assaggio di CantaFilaStrocche, delle Canzoni dei mestieri e delle canzoni degli animali ,ma il nostro consiglio è di non far perdere ai vostri bambini la straordinaria opportunità di ascoltare Lorenzo dal vivo.
Debussy una volta disse:
“Penso che la musica contenga una libertà, più di qualsiasi altra arte, non limitandosi alla riproduzione esatta della natura, ma ai legami misteriosi tra la natura e l’immaginazione.”
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!