Mettete insieme un grande fumettista come Paco Roca e Seguridad Social, un famoso musicista spagnolo, shakerate bene per circa 4 anni ed ecco un gran bel libro (+ musica!).

Il Bivio che vado a presentarvi oggi non è solo un fumetto e non è solo un album musicale, ma un progetto nato da due amici con de grandi talenti che hanno deciso di collaborare. Un lavoro in parallelo di creazione di un libro e di una serie di brani legati a diversi generi musicali  e alla loro storia. O per lo meno, questo era il progetto iniziale, ma, chi leggerà questo libro imparerà quanto a Paco Roca piaccia cambiare idea in corsa.

Lo spunto iniziale di questo lavoro è: come si crea una canzone? Paco Roca sa lavorare con matite, pennini e parole, ma è incuriosito dal processo creativo della musica. La musica spesso accompagna il lavoro di chi fa professioni solitarie come la sua: a volte il lavoro in corso guida la scelta musicale del momento; altre volte è la musica ad influenzare lo scrittore. Nonostante questo però, resta un mistero.

L’opera come la trovate in libreria è la trasposizione narrativa delle conversazioni dei due artisti, in un confronto tra il processo di elaborazione e pubblicazione della musica e del fumetto. Tutto questo mentre entrano ed escono dallo studio di registrazione dove si stanno concretizzando i dieci brani scritti da Seguridad Social, ognuno caratterizzato da un genere diverso. Per la loro registrazione sono stati coinvolti diversi musicisti e cantanti così da permettere in ogni brano di rendere l’atmosfera corretta della cultura di provenienza. 

Se devo essere sincera non conoscevo Seguridad Social, come quasi tutti i cantanti spagnoli, ma devo dire che merita decisamente un occasione. Sto ascoltando proprio ora, mentre scrivo, l’album dedicato (La Encrucijada)a questo progetto e devo dire che è molto simpatico. Riprende ogni genere in tutte le sue caratteristiche più note. Almeno mi sembra, non è che io abbia un gran orecchio.

Ogni brano, di cui nel libro sono trascritti brani, è accompagnato da splendide illustrazioni di Paco Roca in piccoli racconti che si alternano alle conversazioni.
Mi piacerebbe riuscire a leggere il libro “a ritmo” dei brani musicali, ma penso ci impiegherei molto più dei 40 minuti dell’album. Di sicuro andrò a riguardarmi le storie a cui ogni brano è legato, di sicuro li vedrò più vivi e soprattutto più sonori.

Un libro sicuramente più denso di testo di altre pubblicazioni ma questo è guidato sicuramente da necessità narrative. Il fumetto è ricco di descrizioni approfondite di come funziona l’editoria e la discografia. Questo non lo rende assolutamente pesante o noioso, anzi, come al solito, Paco Roca rende tutto leggero e divertente, anche se stiamo parlando di quanto incassa una casa discografica, che sinceramente non è proprio un argomento che mi interessi molto.

Nonostante questo, trovo il progetto che hanno concluso insieme, molto affascinante, riuscito e decisamente coinvolgente. Provate a leggerlo con l’album corrispondente in sottofondo, secondo me potrebbe essere tutta un’altra cosa, io ci proverò.