Cantaschifezze

Attesissimo finalmente questa settimana abbiamo potuto farci due risate con questo nuovo libro di canzoni di Lorenzo Tozzi e Maria Elena Rosati edito da Galucci.

Cantaschifezze è una raccolta di canzoni con cd in allegato, come da prassi per le edizioni Gallucci, ma la cosa interessante è il tema di queste canzoni: Lorenzo Tozzi e Maria Elena Rosati sono riusciti a mettere in parole e musica puzzette, rutti, puzze, caccole e varie schifezze di cui vive quotidianamente il mondo dei bambini…e anche quello degli adulti che però si vergognano di ammetterlo.

7 Canzoni finalmente dalla parte delle schifezze! Che ci sarà poi di tanto strano a fare una puzzetta (a me vengono in mente anche quelle de GGG e della regina d’inghilterra quando brindano con lo sciroppio..) a scaccolarsi… questione di punti di vista, direte voi. Certo, il punto di vista prevalente di solito è quello degli adulti, dopotutto bisognerà pure darla qualche indicazione educativa, no?!

Certo, ma mica l’educazione la devono dare i libri, le canzoni, la letteratura!! Anzi, i buoni libri vanno da tutt’altra parte, lo sappiamo bene, raccontano storie disdicevoli, raccontano il punto di vista dei bambini e non sono tenuti a compiacere i grandi. Certo non posso fare a meno di notare che questa cosa delle cacche pipì ecc. sta prendendo un po’ una piega commerciale, attira come la carta moschicida i bambini e i genitori, specie se i bambini sono piccoli, gli vanno dietro. Ma, anche per questo le canzoni mi hanno convinta, qui cacche e pipì non ci sono, le schifezze su cui si concentrano sono più “ricercate”, più “studiate” e decisamente contestualizzate … se così si può dire.

La ricerca delle parole poi mi pare un elemento interessante, nella canzone “Disgustoso”, ad esempio, una delle mie preferite, lo sforzo sulla lingua è buono e interessante e mi piace come arriva a chi ascolta.

E allora veniamo alla questione di chi ascolta, ovvero del pubblico di lettori e uditori a cui il libro e le canzoni si rivolgono… credo che per i testi, la musica e il senso di questo lavoro, con le canzoni si possa benissimo lavorare per tutta la primaria, prove alla mano. Un novenne o diecenne, scusate la cacofonia, ci si troverebbe molto a proprio agio… La veste cartonata, il formato e le illustrazioni però tarano il libro decisamente verso il basso rendendo davvero difficile farlo approcciare dai più grandi se non conoscono le canzoni e non si fidano di quelle…

Chissà perché è stata fatta questa scelta che già mi aveva lasciata perplessa per Cantafilastrocche con le filastrocche di Bruno Tognolini musicate da Lorenzo Tozzi che sono dei piccoli capolavori decisamente poco valorizzati dalla veste del libro.

Qui secondo me si corre un po’ lo stesso rischio… rutti, caccole ecc. non sono roba solo da piccini piccini… anzi… e mi piacerebbe che queste canzoni facessero giri più ampi….

Non fermatevi alla forma e buttatevi sulle canzoni che ne valgono la pena!!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!