Storie di vacanze

L’estate è spesso il momento in cui si possono vivere avventure speciali. In quello spazio che si apre dalla routine e che spesso ha come porta la noia, si creano le situazioni migliori per aizzare i sensi e leggere il reale e vivere il tempo in maniera diversa.

L’estate e le vacanze sono anche dunque ambientazioni particolarmente adatte alla narrazione di situazioni particolari in cui i bambini sono lasciati più liberi, anche solo per un fattore logistico-temporale, gli adulti si sottraggono e l’avventura può iniziare. Attori secondari di queste avventure, o meglio sfondi umani necessari all’inizio dell’avventura, spesso sono i nonni che, forse più in passato che oggi, ma in questo periodo ospitano i bambini mentre i genitori continuano a lavorare.

Questo post è dedicato ad alcune storie di vacanze che in vacanza si prestano bene ad esser lette….

Iniziamo dai più piccoli con gli albi illustrati di

Zeb e la scorta di baci di Michel Gay, Babalibri, che racconta della piccola zebra in procinto di partire per la colonia estiva e in crisi all’idea di dover lasciare la mamma e il papà e i baci della buona notte. Questo libro c’è anche in formato Bababum il che semplifica l’inserimento in valigia…

Poi vi suggerisco la bellissima collana di Stina di Lena Anderson edita da Lupoguido. La piccola Stina va per le vacanze dal nonno che vive su un’isola talmente piccola che sembra avere ben poco da offrire ad una bambina senonché lo spazio ridotto e le ridotte possibilità scatenano l’immaginazione della protagonista.

Potete acquistare i libri di Tempestina anche qui

qui

Continuiamo con Un’estate dalla nonna, terzo capitolo della Balena di Benji Davies edito da Giralangolo.

Immancabile se parliamo di noia e vacanza, ma qui non ci sono nonni, bensì una mamma apparentemente assente ed un papà che non c’è… Il bellissimo Un grande giorno di niente di Beatrice Alemagna, Topipittori.

Potete acquistare i libri di Tempestina anche qui

qui

Continuiamo con un albo illustrato bellissimo che racconta l’estate prima dell’entrata alla scuola primaria, l’ultima estate dell’infanzia, per certi versi, un albo eccezionale che continuo a consigliare indefessamente: L’estate di Garman di Stian Hole edito da Donzelli.

Potete acquistare il libro anche qui

qui

Ma passiamo ai romanzi e iniziamo con il classico bellissimo Vacanze all’isola dei Gabbiani di Astrid Lindgren edito da Salani. La storia delle vacanze estive della famiglia Melkerson, tutti i figli con il papà sull’Isola dei Gabbianni…. romanzo imperdibile dagli 8 anni per una lettura autonoma.

Potete acquistare il libro anche anche qui

qui

E sulla scia della Lindgren non può mancare il bellissimo romanzo di Maria Parr Lena Trille e il mare edito da Beisler.

Potete acquistare il libro anche anche qui

qui

Ultimo romanzo di questa carrellata con storie ambientate nelle vacanze vi propongo Niente paura Little Wood di Jason Reynolds edito da Terre di mezzo. Qui torniamo dai nonni, siamo in un contesto speciale, di campagna lontana dall’affollatissima metropoli americana i cui i due fratelli scoprono gli scheletri negli armadi ma anche la magia della sorpresa.

Chiudo con una proposta particolare… un silent book dove gli elementi delle cavanze, dei nonni, della famiglia, della scoperta non sempre piacevole e, perché no, della rabbia tornano e si giocano in una costruzione narrativa davvero particolare accompagnata da una scelta iconografica decisamente particolare. Sto parlando di Vacanze di BlexBolex edito da Orecchio Acerbo.

Potete acquistare il libro anche anche qui

qui

Non ci avevo mai pensato, ma forse gli elementi perfetti per una storia sono gli stessi perfetti per una vacanza, se vogliamo che entrambe diventino un’avventura: la noia, la lontananza da casa, l’assenza di adulti pressanti!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!