Noccioline – La top 5 dei fumetti del 2019

La rubrica “Noccioline” esce ogni martedì ed è dedicata al fumetto e al graphic novel ed è a cura di Benedetta Morandini testa fiorita.

E’ un grande onore scrivere il mio post proprio il 31 Dicembre, ultimo post dell’anno, poi ci si rivede nel 2020. La fine è un momento in cui si tirano un po’ le somme di quello che si è fatto, magari aggiungendo qualche proposito per l’anno nuovo. Io non sarò da meno: ecco per voi i fumetti che più ho apprezzato quest’anno, con i rispettivi link alle recensioni, in caso vogliate tornare a darci un’occhiata.

Ad essere del tutto sincera, non credo che quest’anno in particolare sia stato memorabile per il fumetto, però ho selezionato 5 titoli che ho ritenuto interessanti e in qualche modo particolari. Mi sono resa conto che la mia selezione si concentra su cinque storie molto centrate sul protagonista, quindi in realtà potremmo definirla quasi una classifica di libri psicologici. Eccoli:

Mercedes
La mia più recente recensione, un fumetto che fa riflettere sulle sfaccettature dell’animo umano, su come il contesto cambi le persone. Un drastico cambiamento permetterà al lettore di conoscere la vera natura di Mercedes. Vi siete mai chiesti cosa ci fosse dietro la maschera del peggior cattivo?

Ariston
Questa invece è stata la prima recensione dell’anno, non mi ero accorta di aver fatto queste scelte per la classifica, ma mi piace questo confronto tra inizio e fine anno. Da un lato una donna forte che si rivela vulnerabile, dall’altro una donna vulnerabile che diventa forte.
In questo caso la protagonista è intrappolata nella sua routine e nel suo contesto storico, solo la sua tenacia le permetterà di essere libera da stereotipi e pregiudizi.

La rivoluzione dei gelsomini
Non ho mai nascosto quanto questo fumetto mi abbia stupita dopo la lettura. Trovo che i fumetti autobiografici abbiano sempre una marcia in più, perché chi racconta ha un punto di vista interno agli eventi e può raccontare dettagli che nessuno conosce. In questo caso gli eventi risalgono principalmente all’infanzia dell’autrice: il racconto di un viaggio obbligato, in cui la cosa più importante è il suo gatto.

L’incanto del parcheggio multipiano
Un racconto di solitudine in un mondo in cui troppo spesso si fa di tutta l’erba un fascio. Un racconto di poli opposti che si scontrano, da cui il protaonista vuole solo fuggire. La chiave per la liberà è la propria identità, il proprio nome.

Ada
Infine concludo con un’autrice che io amo, Barbara Baldi, con la sua pubblicazione per Oblomov Edizioni. Anche in questo caso ho scelto un libro introspettivo, legato alla crescita personale. Un libro duro e freddo, con delle illustrazioni spettacolari.

Faccio una piccola aggiunta finale alla selezione. Non è inserita nella classifica perchè è una ristampa, ma è una serie che va assolutamente citata: La lega degli straordinari gentleman. Pubblicata da Bao Publishing, è tornata disponibile dopo diversi anni e finalmente ho avuto l’opportunità di leggere questo capolavoro del fumetto. Insomma, non sarà stato un anno memorabile per le novità editoriali, ma sicuramente è da ricordare per le sue ristampe!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!