fbpx

Un solo mondo di Michael Foreman

5 giugno, giornata per l’ambiente, vi viene in mente un modo migliore per celebrarla con la lettura che non sia “Un solo mondo” di Michael Foreman edito da Camelozampa con la traduzione di Sara Saorin?

A me no, questo albo in questo momento mi è parso proprio un segno del destino e così l’ho accolto, in tutta la sua bellezza di testo ed immagine.

Potete acquistare il libro qui su Mammachilegge

La storia è quella di due fratelli che giocano in una di quelle pozze d’acqua di mare che si creano tra gli scogli a riva e che l’alta marea pensa a ririempire ogni volta ricreando uno speciale piccolo ecosistema miniatura di quello gigantesco del mare aperto.

I due fratelli in assoluta buona fede giocano a riprodurre quel piccolo ecosistema nel loro secchiello per osservarlo meglio.

E mentre osservano la vita nel loro secchiello si accorgono che ciò che è rimasto nella pozza reale è solo la macchia di olio perso da qualche barca e delle immondizie provenienti dal mondo umano.

E da lì il pensiero si sposta rapidamente e facilmente creando una connessione tra il loro ingenuo gioco e le devastazioni perpetrate dagli umani adulti ai danni della natura e degli animali.

Ai bambini capita ciò che aveva previsto il grande capo Sioux Toro Seduto:

Solo dopo che l’ultimo albero sarà abbattuto, solo dopo che l’ultimo lago sarà inquinato, solo dopo che l’ultimo pesce sarà pescato, Voi vi accorgerete che il denaro non può essere mangiato.

Ma le proporzioni del gioco dei bambini sono ridotte e la loro capacità di comprendere e reagire grande e rapida ed in un attimo tutto ciò che è stato sottratto alla pozza le viene restituito mentre ciò che non ci dovrebbe essere, ovvero i residui umani, vengono eliminati perché quando la nuova marea arriverà possa tornare a portare vita e ossigeno puliti alla pozza.

Il buon esempio è contagioso, almeno tra i bambini, gli interessi della spiaggia, del mare e dei loro abitanti vengono messi in primo piano perché il sole e la luna che illuminano la Terra sono i medesimi per gli umani e per tutte le creature, tutte di pari dignità!

Una narrazione pulita, che si amplifica a dismisura nella bellezza delle illustrazioni ad acquerello. Foreman è autore completo, illustra e narra alla perfezione le sue storie, tutte, incluso Un solo mondo dedicate all’amicizia, all’amore e alla necessità di creare relazioni profonde, in questo caso non siamo nel cotesto “umano” o “animale” come in tantissimi suoi libri, bensì la storia prende un respiro planetario. Bambini-animali-natura.

I grandi sono volutamente assenti da questa storia, che è poi la nostra Storia, in cui è ormai sempre più evidente che il presente e il futuro deve essere centrato e dato in mano ai più piccoli!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!