fbpx

Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la costituzione

Per molti anni ho pensato, chissà se a ragione o torto (credo a questo punto più a torto che a ragione) che l’epoca in cui si doveva ribadire e sostenere e preservare la presenza e l’autorevolezza delle donne nella vita lavorativa e politica del nostro Paese fosse superata o almeno non più di primaria importanza.

Mi pare che la quotidianità ci stia dimostrando il contrario, e fortunatamente ci sono autrici e autori, illustratrici e illuatratori e case editrici molto impegnate su questo fronte, prima tra tutte la casa editrice Settenove che del sostegno alle donne ha fatto la propria poetica editoriale programmatica sin dal nome.

L’albo che vi voglio raccontare oggi è edito da Settenove, di intitola Libere e sovrane le donne che hanno fatto la costituzione, è stato scritto a più mani da Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi e Novella Volani e illustrato da Michela Nanut giustamente messa con pari dignità tra le autrici del testo (lo noto perchè anche se credo che così debba sempre essere accade sistematicamente il contrario…).

Libere e sovrane è un albo illustrato di divulgazione storica in cui ogni doppia pagina è dedicata a ciascuna delle 21 donne che furono ammesse all’assemblea costituente.

21 donne tra 535 uomini… e già questo basterebbe a dire la loro importanza. L’introduzione e la cronologia ed anche il glossario finale del libro sono assai chiari e aiutano moltissimo la comprensione del quadro d’insieme, poi ogni doppia pagina racconta in maniera sintetica e concentrata sui dati essenziali per lo scopo del libro, la vita di ogni singola donna.

Teresa Mattei (a cui si deve la festa dell’8 marzo, tra l’altro)

Angela Guidi Cingolani poi prima donna a ricoprire un incarico ministeriale

Adele Bei, confinata a Ventotene

Maria Maddale Rossi, donna e scienziata

Angelina Merlin (a cui si deve, tra l’altro, la legge Merlin sulla prostituzione)

Maria Agamben Federici

Rita Montagnana, prima moglie di Togliatti

Nadia Gallico Spano

Vottoria Titomanlio

Nilde Iotti, e non serve aggiungere altro credo

Angela Gotelli

Maria Nicotra

Teresa Noce

Maria de Utterichter

Ottavia Penna

Elettra Pollastrini

Laura Bianchini

Bianca Bianchi

Filomena delli castelli

Elisabetta Conci

Angiola Minella

Donne i cui nomi per lo più non ci dicono nulla e a cui dobbiamo invece moltissimo. Chi insegna a scuola o in famiglia la storia della nascita della nostra Repubblica? Chi racconta non dico la storia di queste singole donne ma la storia di questo gruppo di donne che con provenienze culturali, sociali, economiche e politiche, sono riuscite a fare la differenza per tutto il resto delle donne e degli uomini d’Italia?

Un altro libro era uscito qualche anno fa a loro dedicato: era 21 donne di Grazia Gotti edito da Bompiani ma devo dire che per capacità di sintesi, presa ed estetica questo albo di Settenove non ha rivali, posso solo augurarmi ed augura a voi, insegnanti o genitori che siate, che questo libro compaia e si consumi a scuola tra le mani dei ragazzi e delle ragazze alla faccia di quei famigerati e fantomatici programmi che tengono la vita presente, quotidiana e reale così lontana dai ragazzi e dalle ragazze.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!