fbpx

L’albero di Natale del signor Vitale

Ed eccoci qui, ancora un anno all’inizio del mese più atteso dell’anno… Il mese di Natale, di Channukkà, delle feste che portano più che i regali il dono dell’attesa, della preparazione, della trepidazione, della prova tangibile della sospensione dell’incredulità!

Apriamo allora questo mese natalizio con un albo bellissimo, signore e signori ecco a voi L’albero di Natale del signor Vitale di Robert Barry edito da Marameo edizioni con la traduzione di Chiara Carminati finalmente in Italia dopo la sua edizione in lingua originale nel 1963.

Cogliete l’occasione al volo per acquistarlo qui direttamente su Mammachilegge in tempo per accogliere l’albero di Natale.

Una storia a matrioska….non credo esista tecnicamente questa definizione ma mi pare calzante e quindi ve la propongo: una storia che ne contiene tante altre, un albero che ha tante vite, una struttura narrativa a catena dal più grande al più piccolo.

Tutto ha inizio con la consegna del superbo abete di Natale a casa della grande casa del signor Vitale. Grande sì, la casa, ma evidentemente non abbastanza per contenere il magnifico albero. Niente paura, basta tagliarne una puntina e….

Qualcun’altro potrà goderne. Nulla si crea, nulla si distrugge tutto si trasforma, qui l’albero nemmeno si trasforma semplicemente le dimensioni della punta si relativizzano a seconda di chi raccoglie quello che era considerato “uno scarto”.

Quello che Vitale taglia diventa un magnifico albero per la stanza della cameriera, poi per la casetta di un boscaiolo, poi per una famiglia di orsi e così via.

Ciò che è scarto per uno diventa dono per l’altro, e da un passaggio all’altro una cosa è certa: l’albero di Natale del signor Vitale rende tutti felici dai più grandi ai più piccoli (e il libro anche!), tanto più che, a parte l’inizio della catena, nessuno si aspetta la bellezza che poi ravviverà di colore e profumo il proprio salotto per Natale. Il signor Vitale è felice del suo albero ma tutto sommato se l’è scelto ma quanto più felici sono gli altri che non aspettavano nulla?

E che soddisfazione, avere per Natale un albero stupendo, come il signor Vitale!

Una bella storia di Natale ma anche di possibilità che si colgono, che accadono, che rendono felici e che trovano terreno fertile nell’atmosfera che le feste preparano nel tempo dell’attesa dell’avvento.

p.s. Se volete sbirciare altri titoli Natalizi vi suggerisco alcune recensioni degli anni scorsi qui qui ,qui qui e qui

Teste Fiorite