Pinguino di Polly Dunbar

Pinguino non è un pinguino vero… apparentemente.

Pinguino è il bellissimo libro a figure di Pollu Dunbar edito da Camelozampa che mette in scena la meraviglia della scoperta e della parola.

Potete acquistare il libro direttamente qui.

Ben riceve in dono un pinguino, appunto, e con questo pinguino inizia a fare qualsiasi cosa… – tutti sappiamo a quali sevizie possono essere sottoposti i giochi dei nostri piccoli – il suo intento non è farlo giocare con sé, quello lo sta evidentemente già facendo, ma farlo PARLARE!

Pinguino non parla, ostinatamente, sembra un po’ la paperella di Il fatto è di Gek Tessaro. Se siete adulti penserete, da bravi adulti, che il pinguino non parla perché non può parlare, è solo un giocattolo!

Se invece siete bambini capirete immediatamente che sta accadendo qualcos’altro. Non vi preoccupate, arriveremo anche noi adulti, più lentamente, alla medesima conclusione, quando un leone (apparentemente giocattolo anche lui) si mangia Ben “perché faceva troppo rumore”…

Come direbbe Dante qui si parrà la nobilitate di Pinguino che se non parla, o almeno non ha parlato sin qui, ha capito e seguito tutto e interviene al momento giusto per salvare Ben!

Pinguino beccò il naso di Leone che risputa Ben e Pinguino disse….

Allora, cosa c’è in questo libro di una semplicità quasi sconcertante?

Intanto se mi avete seguito in questi anni avrete ormai compreso che quanto più il libro, che sia a figure o solo a parole, ci appare semplice, tanto più il lavoro dietro è complesso e perfezionato nei minimi dettagli, questo è uno di quei casi.

Se siete nuovi a queste analisi, benvenuti! Seguitemi ed entreremo nei meandri e tra le soglie del testo insieme!

I giochi ai bambini parlano davvero, hanno parlato davvero anche a noi seppure forse ce lo siamo dimenticati… E questo Dunbar lo sa e lo mette in scena creando un personaggio-amico-gioco che gioca fino all’ultimo con una ipotetica realtà “oggettiva” per poi svelarsi in tutta la sua potenza viva e reale nella vita “soggettiva” di Ben!

Pinguino è vivo, parla, salva il suo amico e come ogni creatura dotata di senso e volontà decide quando parlare e se parlare e cosa dire, esattamente come Ben e come qualsiasi bambino e bambina reale.

Un albo di quelli che io chiamo “partigiani” dei bambini, che sanno raccontare il loro mondo con la loro voce e che ci stupiscono al tempo stesso per la loro semplicità mai scontata e per la sorpresa che scansa ogni stereotipia possibile legata all’infanzia!

Teste Fiorite