Liberi di essere

Questo post è scritto da Lucia Schiralli che cura la rubrica “compagni di classe” in uscita a giovedì alterni.

Ciao a tutti e bentrovati!

L’aumento dei contagi ha purtroppo caratterizzato il ritorno a scuola. Da nord a sud i ragazzi hanno ripopolato le aule timorosi di tornare a rivivere situazioni mai dimenticate. 

Lunedì alla prima ora ho rivisto negli occhi dei miei alunni antiche paure, sono bastati pochi minuti e la domanda “Come state” per avviare una chiacchierata, un confronto su quello che stavano vivendo e soprattutto su quello a cui stavano rinunciando: la libertà

Professoressa il Covid ci sta togliendo la libertà di vivere la nostra età, la libertà di essere

Abbiamo parlato per circa due ore e alla fine della lezione ho deciso che il pomeriggio avrei cercato libri e  letture da proporre in classe per far capire ai miei ragazzi i mille volti della libertà.

Ruby Bridges è entrata a scuola di Elisa Puricelli Guerra per i tipi di Einaudi è un libro sulla libertà di essere persona, di essere se stessi ai tempi della segregazione razziale in America. Nel libro si intrecciano più storie, facilmente individuabili anche graficamente per l’uso del corsivo. Ruby è la prima bambina di colore a frequentare una scuola per bianchi in Louisiana. Ha superato un difficile esame di ammissione e si ritrova a fare i conti con se stessa e la dura realtà sociale dell’epoca. Una storia vera, quella della protagonista, che ha affascinato i miei alunni. 

Ruby, all’inizio è imbarazzata, non è mai stata così a lungo in presenza di una signora bianca. Ma la sua nuova maestra le parla con gentilezza, si informa su quello che le piace. Trascorrono tutto il giorno in classe, non vanno in mensa per il pranzo o in cortile per l’intervallo

Il secondo libro che vi propongo riguarda la libertà di diventare, di poter immaginare un futuro La frontiera raccontata ai ragazzi che sognano un mondo senza frontiere scritto da Alessandro Leogrande e riproposto da Nadia Terranova. Il libro è un insieme di racconti, di storie di migranti, ma ciò che più traspare dalla lettura e che colpisce il lettore, come viene giustamente sottolineato nell’Introduzione, è che queste storie sono le nostre e ci riguardano molto da vicino, pur sembrandoci lontane. 

Le leggi del viaggio

  1. Non mettersi mai in viaggio con fratelli, mogli, fidanzate, genitori
  2. Condividere solo con gli amici più stretti, una o due persone, l’intenzione di partire
  3. Il giorno della partenza non salutare le persone care per non rendere ancora più dura, se non impossibile, la partenza
  4. Avere disponibilità di soldi, dal proprio paese o da altri parenti all’estero
  5. Avere una forte motivazione che ti spinge a partire
  6. Avere un forte autocontrollo durante il viaggio

L’ultima proposta è Gosi delle Fanfole di Fosco Maraini, un libro sulla libertà di scrivere (recitare e  leggere). Sono qui raccolte poesie metasemantiche che possono essere lette in classe e anche ascoltate dalla voce di artisti del calibro di Gigi Proietti.

Il Lonfo

E pur sembrando poesie prive di significato

Se le fanfole hanno ognuna un proprio titolo, è proprio perché ciascuna racconta qualcosa e ha un senso

A presto e buona ripresa a tutti!

Teste fiorite Consenso ai cookie con Real Cookie Banner