Libri da sfogliare nelle sere d’inverno

Questo post è scritto da Elena Poletti, in collaborazione col suo blog Immaginarie, che cura la rubrica “Libri in lingua” in uscita il primo sabato del mese.

Care teste fiorite, so che in molte case da adulti alla mia età la gente esibisce sui tavolini in sala o in apposite mensole libri d’arte, di fotografia, di viaggi.  Beh, se passate da casa mia invece troverete letteralmente su ogni superficie – dal tavolino a tutti i contenitori altezza bimbi, allo scaffale in bagno, alla credenza in cucina – libri illustrati, e questo mese ve ne voglio presentare due che sono anche perfetti da tenere a portata di mano e di manina durante le feste invernali per i vostri ospiti piccoli e grandi, o da godervi insieme ad una cioccolata calda, centellinandoli o assaporandoli in un colpo solo.

Si tratta di due volumi che non rientrano esattamente nella narrativa, né solo nella divulgazione. Libri dalla natura un po’ ibrida, che probabilmente vi piacerà tenere a disposizione per sfogliarli più e più volte, trovandovi sempre particolari diversi.

Il primo è The Winter Book, disponibile in varie edizioni tra cui quella in tedesco e quella in inglese (Groundwood Books, 2008, in foto). Se siete fan dei Wimmelbuch, i libri brulicanti di Rotraut Susanne Berner, qui troverete le sue illustrazioni e il suo sguardo ad accompagnare un libro che è una sorta di compendio sulla stagione (per noi) fredda, con riferimenti a tutte le principali ricorrenze che avvengono in questo periodo del solstizio d’inverno: Natale, il Día de los Reyes, Hanukkah, Diwali, Kwanzaa.

Dal periodo di fine autunno che segue ad Halloween fino ai primi sentori della primavera (ci sono sezioni dedicate anche al Capodanno cinese, a San Valentino…) troviamo racconti, testi descrittivi, canzoni, ricette e altro ancora che si alternano nel creare un affresco variegato di come questa epoca dell’anno viene vissuta in culture diverse.

 Se sul Natale troviamo una produzione vastissima di libri anche di divulgazione, il taglio multiculturale di questo volume mi sembra più raro da incontrare. Le illustrazioni e le tavole gioiose di Berner impreziosiscono questa originale raccolta, che probabilmente amerete, soprattutto se siete fan della stagione delle copertine e delle lucine colorate.

Il secondo testo che vi presento è una chicca, un libro che potremmo definire a cavallo tra la narrativa e la… divulgazione fantastica. Si tratta di Presque toute la vérité sur les lutins di Clothilde Delacroix (Seuil Jeunesse, 2016), ovvero quasi tutta la verità sugli gnomi (e le gnome). 

Diviso in capitoli come “Quasi tutta la verità su perché gli gnomi vestono di rosso e di verde”, “Quasi tutta la verità sulle orecchie a punta, questo libro tocca picchi di deliziosa, geniale demenzialità (in senso positivo, se così si può dire) nel tratteggiare un ritratto a tutto tondo di questa minuscola società.

Scoprirete il perché del dress code degli gnomi, quando e come hanno iniziato ad avere le orecchie a punta (la spiegazione in questo caso è un po’ gore), quanto vanno pazzi per i funghi e anche vari segreti mai svelati prima sulle loro barbe.

 Spesso le spiegazioni includono esilaranti excursus che strizzano l’occhio alla storia e alla storia dell’arte umane.  Grandi pagine doppie sono dedicate alla scoperta della cultura materiale degli gnomi, con tutti i loro manufatti ed oggetti preferiti – sicuramente l’autrice dev’essersi divertita parecchio ad inventare queste nomenclature, oltre che a disegnarle.

I capitoli dedicati ai mezzi di trasporto e al lavoro sono favolosi. Va specificato che gli gnomi protagonisti del volume sono gnomi domestici (un po’ come i tomte dell’area scandinava), mentre non ci sono accenni al sottogruppo di gnomi che hanno per datore di lavoro Babbo Natale. Su quelli si trova un sacco di informazioni in un altro albo, Nel mondo di Babbo Natale di Mauri e Tarja Kunnas (ripubblicato da Il gioco di leggere nel 2019). 

Un manuale irriverente ed estremamente piacevole che risponderà a (quasi) tutte le domande che vi siete fatti sugli gnomi e che non avete mai osato chiedere.

Teste fiorite Consenso ai cookie con Real Cookie Banner